Auto e motori Gran Turismo

L'Alfa Romeo Giulia Gt, l'auto di Pierpaolo Pasolini. VIDEO

Per chi stravede per un coupe d'epoca, la Giulia Gt, in ogni sua declinazione, è sogno, incanto, desiderio

L'Alfa Romeo Giulia Gt, l'auto di Pierpaolo Pasolini. VIDEO

C'è una macchina che, più di tutte, è rimasta ed è tutt'oggi nel cuore degli appassionati, di auto d’epoca. L'auto in questione è l'Alfa Romeo Giulia Gt, uno spettacolo di tecnologia, motori e design. Progettata dalla carrozzeria Bertone dalla matita di Giorgetto Giugiaro che, del resto, non disegnava macchine e basta, ma regalava capolavori a quattro ruote al mondo, pronti a divorare l'asfalto.
Per chi stravede per un coupe d'epoca e strasente al suono di uno scarico cromato senza filtri e limitatori DB la Giulia Gt, in ogni sua declinazione, è sogno, incanto, desiderio.
Una macchina perfetta sotto ogni punto di vista.
Prodotta dal 1963 fino a tutto il 1977 con il modello 2000 GTV.
Quattro cilindri e motore in lega leggera: l'auto, infatti, pesava appena 900 chili. Carburatori Weber da 40, doppio corpo. Scarico finale, totalmente aperto. Un suono da paura.
Trazione posteriore, con differenziale e barra antirollio.
Se la carrozzeria faceva girare la testa anche alle donne, il motore era un incubo per le concorrenti, tedesche, francesi, e anche italiane. Fino a 130 cv di potenza con velocità che toccavano e superavano i 180 km orari.
Tenuta di strada perfetta, assetto sportivo, abitabilità buona per 4 persone.
Un Coupe da favola.
La versione più ricercata è quella col cosiddetto scalino, la fessurazione tra il cofano e la calandra che ne fanno un oggetto decisamente cult.
Quella più vista è la GT Junior.
Si trova a non meno 25.000 euro in discreto stato nei canali di vendita di auto usate.
Nel 1971 l’alfa romeo la piazzò nel mercato a 2 milioni e ottocentomilalire. Voleva conquistare i giovani dell’epoca e, se piace ancora oggi, crediamo che ci sia riuscita. Lo stipendio mensile di un operaio nel 1971 non arrivava a 100 mila lire. Per dire.

Un mese dopo la vittoria dell'Italia agli Europei di calcio, eccovi un video di festeggiamenti a brodo dell Gt Junior 1.300.
Il pilota? Ignoto. Un campione, comunque. Un professionista, tanto che ha ricevuto i complimenti pubblici, su Twitter, anche dall'amministratore delegato di Alfa Romeo.
E crediamo che anche Pier Paolo Pasolini, che ne aveva una tutta per sé, avrebbe applaudito a uno spettacolo del genere.


© Riproduzione riservata