Benessere Diete estive

Anguria: ideale per la dieta estiva

La dieta dell'anguria prevede due pasti principali. L'anguria riesce a purificare l'organismo e favorisce la diuresi

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-07-2021/anguria-ideale-per-la-dieta-estiva-500.jpg Anguria: ideale per la dieta estiva

La possiamo definire fresca, gustosa e dissetante: è l'anguria, uno dei frutti più amati dell'estate.  Sull'anguria però circolano falsi miti che è bene sfatare. Vi è la credenza piuttosto diffusa che faccia ingrassare, ma in realtà riesce davvero difficile crederlo considerando che contiene solo 15 calorie ogni 100 grammi. Inoltre l'anguria è composta per più del 90% di acqua, per cui non è affatto un frutto calorico e quindi non è vero che faccia mettere peso. L'altra opinione secondo cui faccia dimagrire non è sbagliata, ma va tenuto conto che per perdere peso in maniera salutare non possiamo certo basarci solo uno spuntino a base di frutta. E' vero anche che l'anguria riesce a purificare l'organismo dalle scorie essendo un frutto che favorisce la diuresi.

Anguria: cosa contiene
Abbiamo detto che l'anguria contiene più del 90% di acqua, il resto è costituito da carotenoidi, betacarotene potassio e zuccheri naturali. Ma come può aiutarci l'anguria se vogliamo perdere peso? In effetti esiste una vera e propria dieta dell'anguria. Va detto che la polpa e il succo di questo frutto possono frullarsi per realizzare una bevanda energizzante poco calorica che facilita un senso di sazietà duratura e quindi in questo senso la perdita di peso è senz'altro favorita. Se la utilizziamo sotto forma di succo o tisana privilegiamo la sua azione diuretico naturale e l'effetto depurativo e quindi in questo modo eliminando liquidi e scorie in eccesso contrastiamo anche la ritenzione idrica, una delle cause della cellulite. Ed in effetti la dieta dell'anguria è consigliata proprio per contrastare la cellulite.

La dieta dell'anguria si articola in due fasi distinte: la prima ha la durata di 3 giorni e prevede il consumo quotidiano di questo frutto. La seconda va dai 6 giorni fino a un massimo di 10. Si prevedono due pasti principali, ovvero pranzo e cena e due spuntini costituiti dall'anguria, uno a metà mattina l'altro a metà pomeriggio.

Nella prima fase della dieta la colazione è a base di cereali integrali con latte scremato. L'anguria è presente nello spuntino di metà mattina, ne possiamo consumare una fetta. Il pranzo prevede invece il consumo di alimenti proteici quindi possiamo optare o per il petto di pollo alla griglia o al vapore oppure per del pesce magro con verdure a scelta. Lo spuntino di metà pomeriggio e la cena invece prevedono l'anguria. La seconda fase della dieta prevede l'anguria a colazione a cui si possono aggiungere una tazza di caffè e una fetta di pane integrale. A pranzo come primo possiamo optare per la pasta al pomodoro, carne o pesci magri conditi con verdure a scelta e anguria per concludere il pasto. A cena carne o pesce come a pranzo ed ovviamente l'anguria a fine pasto.

Tuttavia questa dieta non è adatta a tuti, in particolare non lo è a chi presenta già carenze di tipo nutrizionale, per cui prima di iniziarla chiedete sempre consiglio al vostro medico.


© Riproduzione riservata