Benessere Alimentazione

Acqua calda a stomaco vuoto: funziona davvero?

È possibile bere acqua tiepida o calda in qualsiasi momento della giornata, ma è preferibile farlo a stomaco vuoto

Bere acqua calda a stomaco vuoto: funziona davvero?

Bere acqua calda a stomaco vuoto è un gesto semplice, che aiuta a purificare l’organismo ma funziona davvero? L’acqua è la prima medicina per il corpo, ma metà della popolazione umana non prende mai in considerazione l’idea di berne un po’. L’altra metà invece si costringe a berne tanta a temperatura ambiente solo perché ha sentito dire che fa bene.

Il segreto di bere l’acqua calda a stomaco vuoto
Sì, anche l’acqua, regina di tutte le bevande, non si sottrae a questa fondamentale legge del calore e deve essere calda, se vuoi che venga davvero assorbita. Una bella tazza di acqua calda non solo è la maniera perfetta per idratare il tuo corpo, ma è l’unico modo per dissetare le cellule e lavare via le tossine.
Scopriamo quali sono tutti i benefici per la salute de bere l'acqua calda.
Tutti sanno che bere due litri d’acqua nel corso della giornata è fondamentale per mantenere idratato l’organismo. Non molti sanno, però, che sarebbe ancora meglio bere acqua calda a stomaco vuoto regolarmente, sia per idratare il corpo, sia per purificarlo dalle tossine. L’acqua calda infatti accelera il metabolismo, aiutando quindi a perdere peso, e ha effetto detox, soprattutto con l’aggiunta di un po’ di succo di limone. Ovviamente, all’inizio bere acqua calda può risultare sgradevole, specialmente in estate, ma con il tempo ci si abitua.

Acqua calda a stomaco vuoto: quali sono i benefici?
Innanzitutto, bere acqua calda fa dimagrire, o meglio, risveglia il metabolismo e aiuta quindi a perdere peso più facilmente (ovviamente non fa miracoli, bisogna anche seguire una dieta sana e fare sport con regolarità). A stomaco vuoto, l’acqua calda è ottima per combattere la stitichezza, mentre durante o dopo i pasti stimola la digestione. Bere regolarmente acqua calda aiuta a eliminare le tossine e i liquidi in eccesso. L’effetto detox rende questa abitudine ottima anche per purificare la pelle, contrastare l’acne, il cuoio capelluto grasso e la forfora. Infine, l’acqua calda migliora la circolazione sanguigna, allevia i crampi mestruali, dona sollievo in caso di mal di gola e raffreddore.
Quando bere acqua calda?
È possibile bere acqua tiepida o calda in qualsiasi momento della giornata, ma è preferibile farlo a stomaco vuoto. Per disintossicare l’organismo l’ideale è berla appena svegli, prima di fare colazione, meglio se con una spruzzatina di succo di limone. Inoltre, l’acqua calda al mattino stimola l’intestino e sconfiggere la stitichezza. Se assunta 15/20 minuti prima di un pasto, prepara lo stomaco alla digestione e se continuiamo a berla durante tutto il giorno, regala enorme sollievo a bruciori, gastrite e reflusso.
Per potenziare l’effetto lassativo, è utile anche bere acqua calda prima di dormire. Basta solo provare e se farai tua questa abitudine tanto semplice quanto potente, godrai di enormi benefici.

La stitichezza è un problema molto comune, caratterizzato da movimenti intestinali poco frequenti e difficoltà nel transito delle feci. L’acqua calda ne combatte la secchezza, le idrata e le rende morbide, più facili da essere espulse.
Bere acqua calda fa bene ai reni
Li rende più tonici, contribuisce a diminuire i dolori alla bassa schiena e alla diminuzione della necessità di urinare troppo di frequente, soprattutto di notte. Un apporto maggiore di acqua aumenta il volume di urina che passa attraverso i reni, diluendo così la concentrazione dei minerali in modo che hanno meno probabilità di cristallizzarsi e di formare grumi, i temuti calcoli.
La disidratazione è causa di mal di testa ed emicrania in alcune persone.
Questo dipende anche dalla natura del mal di testa, ma in molti casi è sufficiente idratarsi ed eliminare alimenti molto riscaldanti come caffè, arancia e cioccolato per vedere dei miglioramenti significativi. Se sei disidratato anche le funzioni cerebrali ne risentono e bere acqua calda migliora la tua energia e le funzioni del cervello.
Ci sono infine altri due altri validi motivi per cui dovresti bere acqua calda.
Aumenta la tua consapevolezza a tavola: è ottima per aiutarti a tenere a bada il senso di fame ed è un’alleata nel dominare quella nervosa e nel non ricorrere agli spuntini tra un pasto e l’altro. Non ha un impatto sulla tua spesa: è facile da implementare, richiede solo una buona acqua oligominerale con un basso residuo fisso, un thermos ed un bollitore elettrico, come approfondiremo tra un po’.
A questo punto ti starai chiedendo: quanto, come e quando devo bere?
Per non eccedere e non creare squilibrio nel corpo, l’ideale è che tu beva un litro e mezzo di acqua calda al giorno, due litri se sei in fase di disintossicazione, rigorosamente lontano dai pasti per non annacquare i succhi gastrici. Puoi bere un piccolo infuso eventualmente in conclusione, ma è preferibile un po’ dopo e non troppo a ridosso del pasto. La quantità d’acqua da bere durante la giornata può variare a seconda delle tue abitudini di vita, alimentari e del clima. Inizia con una tazza al mattino, appena sveglio. La prima tazza del mattino è meglio che sia semplice acqua. Poi bevine una ogni due ore, nel corso della giornata, lontano dai pasti. Bevi semplice acqua calda o divertiti a bere infusi caldi non dolcificati.
A che temperatura dev’essere l’acqua? Dev’essere tiepida, circa 37° o 38°.


© Riproduzione riservata