Benessere Dieta e consigli alimentari

Castagne a dieta? Come mangiarle senza perdere la linea

le castagne se inserite in un’alimentazione sana e bilanciata possono essere consumate senza alcun timore per la propria linea.

Castagne a dieta? come mangiarle senza perdere la linea

Le castagne, protagoniste dell’autunno, spesso però sono indicate come cibo calorico, da evitare. Ma siamo sicuri che le castagne facciano ingrassare?
È tempo di castagne e anche tu sei tra coloro che si trovano combattuti tra la possibilità di gustarle a pieno e quella di dovervi rinunciare in favore della linea? Da oggi non sarà più necessario! Le castagne sono tra gli alimenti più apprezzati in autunno. Scopri come gustarle anche a dieta senza doverti preoccupare della linea Saporite, dolci ed in grado di donare energia immediata, sono sempre piacevoli da mangiare e hanno la particolarità di rendere al meglio in preparazioni ben diverse tra loro.
Le castagne a dieta
Le castagne non fanno ingrassare in senso assoluto. Naturalmente se si sta seguendo una dieta bisognerà diminuire l’apporto di pane o di pasta per poter gustare qualche castagna in più. La castagna ha un indice glicemico pari a 60. Non è un valore molto basso ma, di sicuro, è inferiore a quello della farina bianca o del pane integrale che hanno indice pari a 70. Perciò qualche castagna fa meno male di una fetta di pane bianco, almeno per quanto riguarda gli zuccheri. Cosa che ne fa un alimento facile da sfruttare sia per gli spuntini che per ricette da portare in tavola. Ovviamente, parte della loro dolcezza si deve alla presenza di zuccheri e di calorie che tendono a spaventare chi è a dieta. La buona notizia quindi è che le castagne se inserite in un’alimentazione sana e bilanciata possono essere consumate senza alcun timore per la propria linea. Ciò che conta è imparare a prepararle nel modo giusto e puntare tutto sul loro sapore e sulla consistenza così particolare che ne fa un alimento davvero speciale.

Le castagne - Carica di energia
Partiamo dal presupposto che nessuno dovrebbe privarsi, in autunno, di assaggiare le castagne. Anche perché sono ricche di proprietà nutritive e danno una carica di energia indispensabile nel periodo del cambio di stagione. La castagna è ricca di amidi e di vitamina C, contiene vitamine del gruppo B che aiutano a combattere la debolezza e hanno grandi quantitativi di magnesio, potassio, fosforo.
Castagne a dieta: come gustarle senza doversi preoccupare della linea
Se inserite in un contesto alimentare bilanciato e supportato dalla giusta dose di movimento, le castagne si rivelano infatti una buona dose di energie da gustare a pieno e persino in ogni momento. Come? Semplicemente gustandole nel modo giusto.

5 idee sane e golose per fare il pieno di castagne (senza esagerare) e non avere problemi di linea.
Castagne bollite.
Cotte e messe a bollire, le castagne si rivelano uno snack dolce al punto giusto ma con poche calorie. Esattamente ciò che serve per togliersi la voglia senza compromettere la linea. Il lato positivo è che con questa cottura restano comunque buonissime e tutto saziando addirittura di più. Aspetto sempre molto importante per chi segue una dieta.
Gli gnocchi di castagne.
Da realizzare a partire dalle castagne ben schiacciate, gli gnocchi di castagne sono un’alternativa sfiziosa e prettamente autunnale a quelli di patate. Il loro sapore particolare ne fa una ricetta ottima da inserire nel menu della domenica o da preparare quando si hanno ospiti. E tutto senza lasciar pensare minimamente ad un piatto amico della linea.
Tagliatelle di castagne con zucca.
Un altro primo piatto goloso e leggero è quello a base di tagliatelle da realizzare a casa con farina di castagne e da condire con ragù di pollo e zucca. Un piatto destinato ad avere successo e tutto senza sentirsi mai a dieta. Anzi, mangiarlo sarà una vera e propria festa per il palato.

Il budino di castagne.
Realizzare un budino con farina di castagne da arricchire con castagne sbriciolate in cima è un piatto perfetto da gustare quando si è a dieta. Con poche calorie è infatti in grado di donare gusto e piacere al palato. E tutto senza alzare troppo la glicemia promuovendo così buona salute ed energia pronta da spendere.
Le caldarroste.
E se la voglia di castagne passa sempre e solo dalle famose caldarroste? Sebbene siano più caloriche possono comunque essere inserite in un contesto alimentare sano e bilanciato. Ciò che conta è prepararle a casa e non esagerare. La quantità suggerita è di massimo 5 castagne al giorno. Magari da gustare al posto del pane o sostituendole alla frutta.
Poter gustare i cibi che più si amano anche quando si è a dieta è un buon modo per seguire la stessa in modo scrupoloso e senza il rischio di attacchi di fame irresistibili.
Ciò che conta è mantenersi sempre bilanciati, non esagerare con le quantità e variare il più possibile gli alimenti. In questo modo mantenersi in linea o perdere peso sarà più semplice e piacevole che mai. E tutto potendo godere anche della giusta quantità di cibi golosi ed in grado di donare il buon umore.
 


© Riproduzione riservata