Benessere Dieta del latte

Dieta del latte: menu per dimagrire velocemente

La dieta del latte è una dieta ipocalorica importata dal Portogallo che promette di far dimagrire fino a 5 chili in appena 8 giorni

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-06-2021/dieta-del-latte-per-dimagrire-velocemente-500.jpg Dieta del latte per dimagrire velocemente

In questi mesi in cui non abbiamo potuto praticare alcuna attività fisica a causa della quarantena forzata è probabile che abbiamo messo su qualche chilo di troppo. Adesso che siamo a giugno ed è iniziata l'estate è il momento giusto per tornare in forma. Che fare quindi per recuperare la forma fisica in poco tempo?

Nel web si leggono diete di tutti i tipi magnificate dalle star dello spettacolo che le consigliano per dimagrire. In questo articolo invece vi parliamo di una dieta non famosa come le altre, ma che cattura la curiosità di molti. Ci riferiamo alla dieta del latte. Si tratta di una dieta ipocalorica importata dal Portogallo che promette di far dimagrire fino a 5 chili in appena 8 giorni. La dieta non si basa esclusivamente sul latte, ma anche su altri alimenti quali proteine magre e frutta. E' da considerarsi una dieta ipocalorica semiliquida. Non va seguita troppo a lungo come anche le altre diete che si basano su un solo alimento perché può causare scompensi nutrizionali. Va detto che è una dieta adatta a chi ama mettersi alla prova nel senso che è impegnativa da seguire trattandosi di un regime dietetico che stressa sia a livello fisico che psicologico. Pertanto si tratta di un menù dietetico che richiede determinazione per essere iniziato e portato a termine.

Si riesce a dimagrire perchè nei giorni in cui la dieta è a base solo di latte e di alimenti liquidi si raggiungono appena 500 calorie al giorno che salgono a 700 nei giorni in cui è concesso anche qualche alimento solido. Con questa dieta costringiamo l'organismo ad attingere alle riserve di grasso. Ecco spiegato quindi il dimagrimento.

Dieta del latte: chi non può seguirla
Gli esperti però sottolineano che buona parte di questi chili persi non sono altro che liquidi. Inoltre non va seguita ovviamente da chi è intollerante al lattosio e non è indicata per le donne in gravidanza e in allattamento, e da bambini e adolescenti che possono andare incontro a carenze nutrizionali essendo nella fase della crescita, e a chi è affetto da particolari patologie. Inoltre gli esperti spiegano che le diete restrittive che ci apportano pochi nutrienti è vero che fanno perdere peso in poco tempo ma se protratte a lungo possono causare danni alla salute. Pertanto prima di intraprendere qualsiasi tipo di dieta è sempre bene rivolgersi a un professionista della nutrizione.

Dieta del latte: menù
Questo il menù dei primi quattro giorni. Il primo giorno prevede 6 bicchieri di latte. Il secondo giorno: 4 bicchieri di latte e due frutti purché non siano eccessivamente calorici, ad esempio fragole e arance che contengono molta acqua vanno bene fragole oppure arance. Terzo giorno: alla frutta si può aggiungere anche del formaggio purché leggero 2 bicchieri di latte, 2 frutti e 150 grammi di formaggio light. Quarto giorno possiamo aggiungere la carne: 4 bicchieri di latte, due frutti, 150 grammi di carne magra quindi pollo o tacchino cucinato ai ferri. Quinto giorno, il menù si sostanzia ulteriormente rispetto agli altri giorni con l'aggiunta di uova oltre che della carne: 2 bicchieri di latte, 2 frutti, 1 uovo sodo, 150 grammi di carne ai ferri. Sesto giorno: 2 bicchieri di latte, 2 frutti, 1 uovo sodo, 150 grammi di carne ai ferri e 100 grammi di formaggio light. Settimo giorno si torna a limitare: 3 bicchieri di latte e 3 frutti. Ottavo giorno: 2 bicchieri di latte, 1 frutto, 150 grammi di carne magra e 150 grammi di formaggio light.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1651647680-3-coop.gif

Nei giorni in cui è concessa la frutta, potete preparare dei frullati con una tazza di latte e la vostra frutta preferita, preferibilmente di stagione.
Riguardo al latte da consumare non c'è nessuna indicazione specifica: se si preferisce quello vaccino, meglio scegliere la qualità parzialmente scremata per evitare di assumere dosi eccessive di grassi e tenere quindi l'apporto calorico sotto controllo.
Oltre l'acqua, se gradiamo possiamo aggiungere tazze di tè verde non zuccherato per la reintegrazione dei liquidi. 


© Riproduzione riservata