Benessere Dimagrire col limone

Dieta del limone, come dimagrire pancia e fianchi

La dieta del limone è il regime alimentare ideale per disintossicarsi, drenare i liquidi in eccesso e perdere peso in poco tempo

Dieta del limone, come dimagrire in poco tempo i fianchi e la pancia

La dieta del limone: parliamone. Si tratta di un regime alimentare ideato dalla dottoressa Martine Andrè, che ha conosciuto la fama come capita molto spesso nel mondo delle diete, ossia grazie al fatto che diverse celebrità – tra cui nientemeno che Beyoncé, Jennifer Aniston e Heidi Klum – dichiarano di averla utilizzata per poter perdere peso e mantenersi in forma.
In effetti, la dieta del limone promette di farvi ottenere una pancia piatta in una sola settimana, riattivando velocemente il metabolismo. Come sempre, quando si parla di diete delle star – o di diete in generale, se vogliamo – bisogna sempre andarci coi piedi di piombo e considerare sia i lati positivi che quelli altrettanto negativi, come ad esempio il fatto che questo regime alimentare potrebbe affaticare l’organismo e intaccare la massa magra, ma di questo parleremo più tardi, per ora partiamo dalle basi.

Dieta del limone, cos’è?
La dieta del limone è un programma alimentare ipocalorico che si basa principalmente sull’assunzione di una bevanda a base del suddetto agrume, da bere fino a cinque volte al giorno: appena svegli, a metà mattinata, a merenda e prima di andare a dormire.
Il limone, protagonista indiscusso di questa dieta detox, permetterebbe di purificare l'organismo e, contemporaneamente, di farvi dimagrire favorendo la digestione e combattendo il gonfiore e la ritenzione idrica.

Come funziona la dieta del limone
Forse, arrivati a questo punto, vi starete chiedendo come sia possibile dimagrire attraverso l’uso di un semplicissimo agrume. Ebbene, se usato nel modo corretto può essere il nostro migliore alleato per la perdita di peso.
Per prima cosa, c’è da dire che il limone ha diverse proprietà benefiche, è infatti considerato un antisettico ed un antibatterico, nonché in grado di aumentare le difese immunitarie del nostro corpo; favorisce anche la diuresi e aiuta a tonificare i muscoli. Oltre a tutte queste fantastiche proprietà, il limone è conosciuto per il suo effetto drenante e disintossicante per l’intestino, il fegato ed i reni, infatti questo regime alimentare non fa altro che sfruttare queste caratteristiche in modo da contrastare l’accumulo di tossine nell’organismo. La cosa principale da fare durante il periodo della dieta, sarebbe quella di consumare un gran numero di limoni sottoforma di succo, creando una bevanda a base di acqua, limone, sciroppo d’acero e peperoncino di cayenna in modo da attivare il metabolismo lento.
Per prepararla occorreranno due cucchiai di succo di limone, preferibilmente bio e non trattato, 30 cl di acqua non fredda, due cucchiai di sciroppo d’acero, molto nutriente e soprattutto antiossidante e meno calorico dello zucchero, infine un pizzico di peperoncino di cayenna.

Ma funziona davvero?
Per quanto possa essere vero che la dieta del limone prometta un detox generale dell’organismo, riducendo anche ritenzione idrica e cellulite, ed un dimagrimento veloce che può arrivare in media fino a tre chili alla settimana, bisogna considerare la probabilissima ipotesi che i chili che arriverete a perdere – perlopiù liquidi – faranno ritorno anche più velocemente di quanto ci avrete messo a smaltirli.
Va precisato, però, che si tratta di una di quelle diete piuttosto drastiche e poco equilibrate, ed è altamente sconsigliabile prolungare a più di una o due settimane il tempo di tutte le restrizioni imposte da questo schema alimentare.

Dieta del limone: cosa mangiare?
Ma passiamo ora a declinare il menu tipico della dieta del limone. In questo caso, il menu si basa su un apporto calorico derivato principalmente da verdure, legumi, fibre, carne bianca, pesce, frutta secca e formaggi magri.
Per quanto riguarda i condimenti, gli unici ammessi in questa dieta sono un filo di olio extravergine d’oliva e, indovinate, ancora il limone. Sono anche ammessi yogurt magro, frutta fresca, secca e anche avena. Per la frutta, preferite kiwi, pere, mele e arance. Per gli ortaggi, invece, carote, sedano e finocchi. Il pane è concesso, ma in forma integrale,
È fondamentale che non saltiate nessuno dei cinque pasti quotidiani.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1614789098-3-crai.gif

Dieta del limone, esempio di menu settimanale
Ed eccovi il menu d’esempio della dieta del limone, tenendo sempre presente che questa limonata va bevuta praticamente tutto il giorno, ossia mezz’ora prima di fare colazione, a metà mattinata e di pomeriggio insieme allo spuntino, assieme al pranzo e alla cena.
Ovviamente questo è solo un esempio, il che significa che non si considerano tante variabili o problemi specifici che ogni individuo potrebbe avere, quindi, il consiglio è sempre quello di rivolgersi prima al vostro medico curante/nutrizionista, in modo da essere certi che questo regime alimentare faccia effettivamente al caso vostro.
LUNEDI’
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, poi macedonia di frutta con tre fette biscottate integrali;
Spuntino: una manciata di mandorle assieme alla limonata;
Pranzo: riso integrale con verdure;
Spuntino: un paio di biscotti di avena assieme alla limonata;
Cena: farinata di ceci, con contorno di spinaci e un pizzico di parmigiano.
MARTEDI’
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, tre fette biscottate con marmellata;
Spuntino: sedano con limonata;
Pranzo: zuppa di fagioli con contorno di pomodorini all’insalata;
Spuntino: kiwi assieme a 8 mandorle, assieme alla limonata;
Cena: filetti di merluzzo al vapore, con contorno di verdurine in padella.
MERCOLEDI’
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, yogurt magro e mezzo frutto a vostra scelta;
Spuntino: verdure crude assieme alla limonata;
Pranzo: pasta integrale con pomodorini, con contorno di fagiolini lessi;
Spuntino: una mela e tre noci assieme alla limonata;
Cena: petto di pollo con verdure condite con succo di limone.
GIOVEDI’
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, pera con 8 mandorle;
Spuntino: yogurt magro assieme alla limonata;
Pranzo: risotto al limone, con contorno di broccoli;
Spuntino: fragole con un biscotto d’avena e del formaggio fresco;
Cena: crema di zucca, con contorno di verdure miste e una fetta di pane integrale.
VENERDI’
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, uno yogurt magro con un frutto fresco.
Spuntino: una manciata di semi di girasole assieme alla limonata;
Pranzo: salmone affumicato con contorno di insalata mista e una fetta di pane integrale;
Spuntino: limonata con del sedano e un pugno di mandorle;
Cena: uova sode, con contorno di carote bollite condite con un filo di olio evo.
SABATO
Colazione: limonata mezz’ora prima della colazione, pane integrale tostato e della frutta fresca;
Spuntino: yogurt bianco e mezzo frutto assieme alla limonata;
Pranzo: zuppa di verdure con una fetta di pane integrale;
Spuntino: due kiwi, assieme alla limonata;
Cena: petto di tacchino grigliato, con contorno di verdure a vostra scelta condite con succo di limone e olio, una fetta di pane integrale.
DOMENICA
Colazione limonata mezz’ora prima della colazione, yogurt con fiocchi d’avena;
Spuntino: una manciata di mandorle assieme alla limonata;
Pranzo: pasta integrale con sugo e contorno di insalata;
Spuntino: macedonia di frutti rossi condita con limone;
Cena: pesce alla griglia con succo di limone e verdure lessate.

Dieta del limone: i pro e i contro
Bisogna ammettere che la dieta del limone, almeno dal punto di vista della preparazione dei pasti, si possa definire abbastanza semplice da seguire, in quanto non richiede moltissimo sforzo. Tutti gli alimenti menzionati sono piuttosto semplici da reperire e non ci sono troppe rinunce. Un punto a sfavore, che però a dire il vero appartiene un po’ a tutti i tipi di diete, è la ripetitività dello schema settimanale, che ad un certo punto può risultare frustrante anche ai più determinati.
Inoltre, anche se questo aspetto ha relativamente poco a che fare con la dieta, il limone contiene moltissima vitamina C, dunque questo tipo di dieta potrebbe anche aiutarvi a migliorare la qualità della vostra pelle.
Soffermiamoci, invece, sui lati negativi e le controindicazioni. Questa dieta è sconsigliata se si soffre di reflusso e acidità di stomaco, va da sé in questi casi abusare del limone non sarebbe la scelta migliore. Un altro punto a sfavore sta nel fatto che un utilizzo spropositato di succo di limone causa danni allo smalto dei denti, cosa da non sottovalutare.
Essendo un regime alimentare limitante e poco equilibrato, non è compatibile con la vita di tutti i giorni, soprattutto se le vostre giornate sono frenetiche, piene di impegni e di cose da fare, potreste accusare stanchezza e frequenti capogiri.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1614281811-3-confeserfidi.gif

Alla fine dei conti, come avrete potuto constatare da soli, la dieta del limone è un regime alimentare alquanto complicato da seguire, non sempre consigliato dagli esperti. Se il vostro obiettivo finale è quello di una perdita di peso duratura, a questo punto sarebbe meglio seguire una dieta che vi faccia ottenere risultati graduali, perché molto spesso fare le cose in maniera troppo veloce è controproducente. Chi va piano, dopotutto, va sano e va lontano, e questo vale anche per quanto riguarda la dieta.


© Riproduzione riservata