Benessere Dieta del metabolismo

Dieta per ipotiroidismo e ipertiroidismo: come aiuta il metabolismo

La dieta della tiroide è utile per chi soffre di ipotiroidismo o ipertiroidismo. Scopriamo quali sono i cibi più indicati e quali è meglio evitare per avere dei benefici.

Dieta della tiroide: i cibi che aiutano il metabolismo

La tiroide è un organo molto importante che, quando non funziona a dovere, può causare diversi problemi. Oltre all’eventuale uso dei farmaci, però, ci sono anche diversi alimenti con i quali è possibile aiutarsi, attraverso una dieta della tiroide che aiuti a sfruttarne a pieno le proprietà benefiche.

La tiroide è una ghiandola molto importante per il funzionamento del nostro organismo, ed è quindi fondamentale tenerla in salute. Si tratta di una ghiandola endocrina posta nella parte anteriore del collo, che produce gli ormoni tiroidei che svolgono un ruolo importante nella regolazione del nostro metabolismo, dello sviluppo, delle funzioni cardiovascolari. Non solo mantengono normale la funzione sessuale, il sonno e agiscono su modelli di pensiero. Tali ormoni contengono iodio, triiodotironina, tiroxina, calcitonina. Si possono verificare problemi alla tiroide di diversa natura. Dall'ipertiroidismo (quando c'è una produzione eccessiva di ormoni) all'ipotiroidismo (una produzione insufficiente causata spesso da una carenza di iodio). Ma la tiroide può essere interessata anche da noduli e neoplasie. Una corretta alimentazione può aiutare a mantenerla in salute.
Attraverso la dieta della tiroide è quindi possibile aiutare la ghiandola a mantenersi in salute e a lavorare meglio. In questo modo si potrà contare su un metabolismo migliore e su uno stato di benessere generale.

Dieta della tiroide: quali alimenti scegliere
La tiroide è uno degli organi più controllati quando si parla di peso o di problemi legati alla stanchezza. Molte persone, infatti, pur non sapendolo, possono avere una tiroide pigra o che lavora in modo errato. Quando si appura un problema di questo genere i medici hanno diverse opzioni tra le quali scegliere.
 

Insalata quinoa
Una di quelle più usate negli ultimi anni prevede anche una dieta della tiroide a base di alimenti giusti ed in grado di sostenere la ghiandola.
Che si tratti di stimolare la tiroide per dimagrire o di prendersene semplicemente cura, esistono infatti dei cibi notoriamente indicati per aiutarla. Tra questi, i più importanti sono:
– Cereali senza glutine come riso e teff, gli speudo cereali (come quinoa e amaranto), il grano saraceno, i tuberi, le uova, le carni prive di nitrati, il pesce fresco, le verdure (meglio se biologiche), la frutta biologica tra cui banane, fragole, pompelmo e kiwi e le spezie aromatiche

Ci sono poi degli alimenti che, invece, è meglio evitare o dei quali è sconsigliato abusare. Tra questi, i più noti sono:
– I cereali che contengono glutine, il miglio, i latticini, la soia, il caffè, gli zuccheri raffinati

Dieta per ipotiroidismo e ipertiroidismo: come seguirla
Per poter seguire una dieta precisa ed in grado di dare aiuto alla tiroide è importante avere una diagnosi certa. Per questo motivo, in caso di dubbi, è importante rivolgersi al proprio medico e svolgere gli esami richiesti.
La tiroide, infatti, può portare diversi problemi a volte anche opposti tra loro. Si può soffrire di ipotiroidismo o di ipertiroidismo ed in tal caso quantità e frequenza con cui scegliere determinati alimenti cambia anche di molto.

Poter scegliere tra gli alimenti giusti e sapere quali fanno bene alla tiroide è comunque utile per non sovraccaricarla e per farla funzionare al meglio in assenza di problemi che richiedano visite mediche.


© Riproduzione riservata