Benessere Consigli alimentari

Dieta e Aperitivo, cosa bere e cosa mangiare per non ingrassare?

L’aperitivo è un momento critico per chi è a dieta. Cosa bere? Cosa mangiare? Come fare per non sgarrare troppo e non mandare in fumo tutti gli sforzi fatti?

Dieta e Aperitivo, cosa bere e cosa mangiare per non ingrassare ?

Con l’arrivo della bella stagione, la riapertura dei bar con il servizio ai tavoli e il fine settimana che incombe non si può rinunciare (non sempre almeno) ad un aperitivo con gli amici. È vero, può essere molto rischioso se hai deciso di metterti a dieta, perché tra le chiacchiere e il buffet, può diventare un pasto molto calorico. Dieta e aperitivo, la domanda è cosa bere e cosa mangiare per non ingrassare?
Complici anche i drink calorici proposti, spesso annaffiati con molto alcool, rendono l’happy hour più calorico di un pasto completo. Resta il fatto che l’aperitivo è un momento piacevole per godersi finalmente la fine della giornata e la dieta non deve precludere le occasioni sociali. Cosa bere al bar per non ingrassare e quale aperitivo non fa male?
Scopriamo allora tutti i consigli della dietista
Con la riapertura di bar e ristoranti sono tornati a far da padrone gli aperitivi! Tra stuzzichini vari, patatine e spritz il timore di rovinare i risultati ottenuti con una dieta è più che legittimo; molti pazienti chiedono quindi “cosa bere” ad un aperitivo, se c’è una bevanda da preferire ad un’altra e come limitare i danni. A mio avviso si tratta sempre di equilibrio, ovvero: se stiamo seguendo una dieta bilanciata ipocalorica al fine di perdere peso, è generalmente previsto un momento di “sgarro” o un pasto “libero” a seconda del contesto
L’aperitivo è un momento critico per chi è a dieta. Cosa bere? Cosa mangiare? Come fare per non sgarrare troppo e non mandare in fumo tutti gli sforzi fatti?
Niente paura: esistono tante varianti light dell’aperitivo. E senza per forza dover bere acqua e sgranocchiare ghiaccio. Però ricordatevi: uno dei segreti per rendere leggero l’aperitivo è proprio quello di bere due bicchieri d’acqua prima di brindare con altro. Così facendo si riuscirà innanzitutto a non esagerare (perché lo stomaco è già un po’ pieno) e avrete anche un effetto detox. L’acqua sarà in grado di diluire alcool, grassi e calorie ingerite (facendovene ingerire meno).

Dieta e aperitivo: cosa bere per non ingrassare
Un bicchiere di vino
Una delle scelte migliori? Un bicchiere di vino. Preferibilmente rosso ma anche bianco può andare bene, l’importante è non fare il bis. Un calice di rosso apporta dalle 80 alle 120 calorie, a seconda della gradazione. Per il bianco, invece, si parla di 80-110 calorie. Un po’ di vino rosso è addirittura spesso consigliato nelle diete ipocaloriche perché è in grado di apportare sostanze nutritive benefiche e ha inoltre un lieve effetto brucia-grassi.
Una birra
In realtà c’è un’altra bevanda alcolica che batte il vino, anche quello rosso. Si tratta della birra, l’avreste mai detto? Se siete scettici, ricredetevi: la birra ha un apporto calorico molto basso, pari a 70 calorie a bicchiere. L’equivalente di un succo d’arancia, insomma. Inoltre la birra ha una notevole quantità di acqua che va a reidratare i tessuti. Senza sottovalutarne l’effetto saziante. Spesso spiacevolmente accompagnato dal gonfiore addominale, è vero, ma niente paura: dopo poche ore la pancia torna piatta. Prendetela piccola, però, e non fate il bis.

Aperitivo a dieta: cosa non bere
I drink alcolici (o analcolici)
Drink alcolici, soft o analcolici sono rischiosi per la dieta perché non solo gli alcolici apportano calorie vuote, ossia calorie derivate dall’alcol etilico totalmente sprovviste di nutrienti utili all’organismo - le calorie derivate dall’alcol etilico sono ben 7 per ogni grammo… - ma sono resi buoni da succhi zuccherini, dolcificanti e soft drink che sono vero e proprio zucchero liquido. Teneteli per festeggiare la fine della dieta.
Dieta e Aperitivo: cosa mangiare
Verdure crude e cotte
Per quanto riguarda gli alimenti concessi a un aperitivo durante la dieta, il primo posto spetta ovviamente alle verdure. Preferibilmente crude (per non perdere le sostanze nutritive contenute) ma ottime anche cotte (soprattutto in caso di stipsi), gli stuzzichini veggie per eccellenza sono proprio carote, finocchi, zucchine, sedano e via dicendo. Quindi via libera al pinzimonio di verdure così come alle verdure accompagnate da salsa allo yogurt o condite con aceto balsamico. Ricche di fibra e di acqua, riempiono lo stomaco con pochissime calorie, donando un effetto di sazietà.

Il consiglio dellanutrizionista è quello di attenersi al proprio programma alimentare nel corso della settimana mantenendo un buon equilibrio e variando le scelte a tavola, concedendosi l’aperitivo in compagnia senza troppi sensi di colpa; non sarà una singola occasione di sgarro nella settimana a determinare i risultati di un mese intero di dieta!


© Riproduzione riservata