Benessere Dieta ipocalorica

Dieta vegana per dimagrire: esempio di menu

La dieta vegana è una dieta ipocalorica che a differenza di quella vegetariana esclude qualsiasi prodotto di origine animale

Dieta vegana per dimagrire

La dieta vegana in questi ultimi anni sta diventando il regime alimentare preferito di sempre più persone. Alcuni abbracciano questo tipo di regime dietetico per convinzioni di natura etica, altri perché la ritengono una dieta ecosostenibile, altri ancora perché sono convinti che sia un buon metodo per dimagrire. Quale che sia la ragione, la dieta vegana può essere utile anche per chi la voglia provare per un periodo limitato, ad esempio 7 giorni perché questa dieta depurativa ha molti benefici per la salute.
La dieta vegana è una dieta ipocalorica che a differenza di quella vegetariana esclude qualsiasi prodotto di origine animale, per cui anche uova e latte. E' quindi una dieta che scarseggia in grassi e calorie, che possiamo considerare benefica per la salute.
Un esempio di menù di dieta vegana comprende questi alimenti: frutta e verdura, frutta secca e semi, legumi o cereali, cereali integrali, alghe marine. I vegani sono poi particolarmente attenti nel verificare che ogni alimento e quindi anche la sua preparazione sia del tutto priva di ingredienti di origine animale. Pertanto dobbiamo sempre leggere attentamente le etichette delle confezioni degli alimenti per assicurarci che un prodotto non contenga zucchero, sodio aggiunto o conservanti.
La dieta vegana, se impostata in maniera equilibrata, comprende alimenti ipocalorici e sani benefici per l'intestino che ci aiutano a raggiungere lo scopo del dimagrimento. Un piccolo segreto per soddisfare li fabbisogno calorico quotidiano consiste nel fare porzioni più grandi ai pasti principali e spuntini più piccoli più volte al giorno.

In effetti per chi ha intenzione di dimagrire provare la dieta vegana può rivelarsi un approccio positivo perché con questa dieta a base principalmente di frutta e verdura facciamo il pieno di vitamine e sali minerali nonché di fibre solubili e insolubili che aumentano l'assorbimento dei nutrienti. L'importante in ogni caso è che il menù da seguire sia bilanciato per non incorrere in eventuali carenze nutrizionali. Perché quindi vi sia un bilanciamento dei micro e macro nutrienti essenziali è importante che ad ogni pasto siano presenti dei carboidrati integrali. E' imprescindibile che ad ogni pasto vi sia una quota sostanziosa di una o più verdure che possiamo andare a condire con semi di girasole, semi di lino o semi di chio, in quanto sono fonte di omega-6 e di omega-3.
Per quanto riguarda le proteine a pranzo è sufficiente un piatto di legumi, possiamo scegliere a nostro piacere tra fagioli, piselli, ceci lenticchie e anche quinoa e burro di arachidi. Le proteine animali vengono quindi sostituite da quelle vegetali che sono ad alto valore biologico. A cena invece abbiamo un'ampia possibilità di scelta tra uova, soia e i suoi derivati ad esempio seitan, formaggio e il lupino che è un'ottima fonte proteica.

Esempio di menù vegano settimanale equilibrato per dimagrire
Lunedì
La colazione anche nei giorni seguenti può essere fatta variando i seguenti alimenti: macedonia di frutta oppure caffè con un po' di latte di mandorla o di latte vegetale oppure una spremuta di arancia oppure 4 noci o biscotti vegani. Per spuntino e merenda anche per gli altri giorni, 40 grammi di pane integrale per lo spuntino mattutino e una manciata di frutta secca per quello pomeridiano.
Pranzo: hummus con verdure oppure 100 grammi di verdura cruda
Cena: pizza senza prodotti di origine animale oppure 80-100 grammi di formaggio, quello di capra o di pecora risulta più digeribile.

Martedì
Pranzo: insalata di quinoa con asparagi o altre verdure e frutta a scelta
Cena: broccoli fatti in padella conditi con zucca e tofu.
Mercoledì
Pranzo: delle polpette di avena con pomodoro e timo.
Per cena una insalata di legumi ad esempio ceci riso integrale e tofu, pane integrale e per concludere uno yogurt di soia.
Giovedì
A pranzo della pasta con salsa di pomodoro e tofu, e per secondo una insalata di verdure a scelta
Cena: verdure e seitan in padella e un bicchiere di latte vegetale.
Venerdì
Pranzo: hamburger di soia con verdure o con patate al forno.
Cena: tofu in salsa di aglio nero e insalata di radicchio con maionese vegana.
Sabato
Pranzo: pane integrale con pomodoro e verdure a scelta
Cena: lupino o seitan accompagnata da verdura cotta e pane integrale
Domenica
Giorno di riposo. Potete preparare un menù a scelta, l'unica regola è che non contenga prodotti di origine animale.


© Riproduzione riservata