Benessere Pelle a buccia d'arancia

Come eliminare la cellulite con una dieta sana

Cellulite: Rimedi e Attività Fisica. Cos'è la Cellulite? Generalità sul Tessuto Adiposo. Come Allenarsi per Combattere la Cellulite e scegliere una dieta sana.

Eliminare la cellulite? E' possibile, con una dieta sana

Cellulite: tutti quanti ce l’hanno, e molti di noi sono sempre alla ricerca di nuovi metodi e soluzioni per debellare una volta per tutte la buccia d’arancia che compare all’interno delle cosce e talvolta anche sulle braccia. Nonostante quasi il 90% delle donne abbia a che fare con questi tipi di inestetismi durante il corso della propria vita, la disinformazione sulla cellulite è tanto comune quanto il problema stesso.
La difficoltà che si incontra quando si parla di cellulite, per giunta, sta anche nel fatto che le opinioni degli esperti su quali possano essere dei potenziali trattamenti per la pelle a buccia d’arancia siano spesso discordanti tra di loro, il che rende ancora più difficile capire quale sia la separazione tra soluzioni basate sui fatti e le bugie che ci vengono propinate da qua e là. Ecco perché abbiamo deciso di voler dissacrare quelli che sono i falsi miti della cellulite, in modo da guidarvi sul capire cos’è che la causa e come eliminare la cellulite, includendo consigli su alimentazione sana ed esercizio fisico.

Cellulite: Che cos’è?
Prima di tutto, la cellulite non è grasso in eccesso. Quella che in superficie noi vediamo come la classica pelle a buccia d’arancia è il risultato dell’accumulo eccessivo di tessuto adiposo nello strato sottocutaneo che intrappola l’acqua, formando per l’appunto quell’inestetismo che noi comunemente definiamo cellulite.
Il meccanismo di formazione della cellulite, dunque, è soprattutto legato ad una disfunzione del microcircolo, ossia della piccola circolazione che tende a creare dei setti fibrosi che intrappolano il tessuto adiposo e l’acqua.
Molti esperti concordano che la cellulite non ha nulla a che fare col peso, spesso, infatti, nonostante mesi e mesi di dieta ferrea il problema rimane sempre lì. Quindi, l’inestetismo compare anche nelle persone magre, perché viene innescato dal ristagno di liquidi dovuto alla cattiva circolazione venosa e linfatica.

La classificazione della cellulite
Esistono vari tipi di cellulite, di cui possiamo individuare principalmente tre stadi che si basano sulla gravità e sull’impatto estetico di questa:
I STADIO cellulite edematosa: si tratta di una fase precoce, in cui vi è il ristagno dei liquidi a livello tessutale, durante la quale i tessuti risultano poco elastici, la pelle appare leggermente gonfia con dei cuscinetti poco visibili. In questa prima fase, se la zona interessata è ben trattata, la cellulite tende a scompare.
II STADIO cellulite fibrosa: durante questa seconda fase il problema diventa più ampio, si comincia effettivamente a notare il cambiamento della pelle, che assume il classico aspetto “a buccia d’arancia” ed il tessuto connettivo di sostegno perde elasticità, diventando più rigido.
III STADIO cellulite sclerotica: il terzo stadio è quello finale, dove la cellulite è più difficile da eliminare. A questo punto i cuscinetti sono piuttosto evidenti, la pelle presenta avvallamenti e gonfiori. Di sera, inoltre, le caviglie risultano gonfie e si percepisce una pesantezza generale agli arti inferiori.

Cause della cellulite
La comparsa della cellulite può essere dovuta a diverse cause e fattori, è anche vero che le donne sono più predisposte a questo inestetismo rispetto agli uomini per ragioni sia ormonali che costituzionali. Tra quelle più comuni, troviamo l’accumulo di tessuto adiposo in prima posizione, ma bisogna considerare anche la cattiva circolazione oppure un eccesso di tossine e anche disfunzioni ormonali o ancora uno stile di vita molto sedentario.
Tra le altre cause si possono includere anche insufficienza renale o cardiaca, problemi al fegato oppure alla vescica, problemi alla tiroide, intolleranze – specie al lattosio – oppure per l’assunzione di alcuni farmaci, tra cui contraccettivi, terapia ormonale o antinfiammatori. Anche solo indossare un outfit poco comodo, come può esserlo un jeans troppo stretto o dei tacchi alti portati per troppo tempo durante la giornata, possono contribuire ad una cattiva circolazione, che poi finisce per creare degli inestetismi. All’origine della cellulite può esistere, peraltro, anche una predisposizione familiare legata a dei fattori generici o lo stress accumulato.
La causa che più è in grado di influenzare la formazione della cellulite, però, è senza ombra di dubbio l’alimentazione sbagliata: mangiare troppe fritture, usare troppo sale e bere troppa poca acqua sono tutti elementi da non sottovalutare.

Come eliminare la cellulite: dieta sana e stile di vita equilibrato
Ora che abbiamo capito cos’è la cellulite e quali potrebbero esserne le cause, passiamo alle soluzioni. Come avrete già capito, la lotta alla cellulite può avvenire in gran parte attraverso la modifica del proprio stile di vita e della propria alimentazione. 
Se avete deciso che è arrivato il momento di combattere gli inestetismi della pelle, il primo step da adottare è quello di seguire una dieta anticellulite. Non c’è bisogno, in questo caso, di ridurre l’apporto calorico giornaliero quanto invece limitare i carboidrati, dando priorità ad alimenti proteici e naturali, ricchi di acqua, di vitamine e sali minerali contenenti fibra, vitamina C, E ed anche potassio.
Per quanto riguarda l’alimentazione, in sostanza, bisogna ridurre i carboidrati, i dolci e le bevande alcoliche. Oltre questi, bisogna limitare anche il consumo di alimenti che portano al ristagno del sistema linfatico, come ad esempio latticini, grassi saturi che derivano da burro, carne ed insaccati, farina bianca, ecc. Sale e zuccheri sono nemici giurati se volete ridurre gli inestetismi. Laddove possibile, cercate di ridurre al minimo il consumo di sale, sostituendolo con altre spezie, aceto e limone. 
I cibi utili per il vostro intento, sarebbe bene portare a tavola tutti quei cibi che contengono molta acqua, consumando soprattutto molta frutta e verdura, inoltre, come già detto, puntate soprattutto su potassio e vitamina C, utili ad eliminare i liquidi in eccesso. Tra le verdure potete scegliere tra cetrioli, pomodori, peperoni, cipolle, fagiolini e zucchine. Va bene anche la frutta secca, ma sempre con moderazione e senza esagerare. Potete ricorrere anche a cibi anticellulite e brucia grassi come ananas, spezie e cereali. Da preferire anche pesce, legumi, oli come l’olio extravergine di oliva o anche quello di lino e, mi raccomando, frutta di stagione.
Oltre a portare in tavola cibi ricchi d’acqua, è anche importante rimanere idratati e bere almeno 1,5 l di acqua al giorno. Più beviamo, più eliminiamo i liquidi che rimarrebbero intrappolati nell’organismo, causando ritenzione idrica e cellulite. Cercate di includere tutti questi elementi nella vostra dieta per eliminare la cellulite.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1614281811-3-confeserfidi.gif

Esercizi per eliminare la cellulite
Anche l’attività fisica, unita ai giusti esercizi anticellulite hanno un ruolo di fondamentale per stimolare la circolazione, aumentare il tono dei muscoli e favorire l’ossigenazione dei tessuti. Tutto quello che servirà sarà è un tappetino e un po’ di motivazione.
Nel nostro caso, esistono diversi esercizi per eliminare la cellulite dai glutei e dalle altre zone, come ad esempio il conosciutissimo squat, ottimo per eliminare questo inestetismo. Per eseguire lo squat, bisogna posizionarsi in piedi con le gambe leggermente divaricate, poi piegare le ginocchia come se voleste sedervi, contraendo i glutei. Da questa posizione, poi, sempre mantenendo in azione i muscoli, rialzatevi lentamente. Fate sempre attenzione al respiro durante l’esercizio. Un altro ottimo esercizio per combattere la cellulite è il salto con la corda, 20 minuti come riscaldamento andranno benissimo. Un altro esercizio che può fare al caso vostro è l’affondo: si parte in piedi a gambe unite. Bisogna portare la gamba destra in avanti, piegandole entrambe contemporaneamente, fino a formare un angolo di 90 gradi. Le ginocchia ed il busto formano un’unica linea retta e il ginocchio della gamba che va a terra dovrebbe riuscire a toccare il movimento. Risalite e fate lo stesso con la gamba opposta. Potete provare anche il ponte per glutei: si parte in posizione supina, collocando i piedi alla stessa distanza dei fianchi e in modo tale che i polpacci risultino perpendicolari a terra. Bisognerà sollevare i glutei in modo che la parte inferiore che comprende schiena, sedere e cosce vengano a formare una linea retta. Questa posizione va mantenuta per almeno un secondo, dopodiché bisogna abbassare i glutei fino ad arrivare vicino a terra, senza che il sedere tocchi mai il tappetino A questo punto sollevare di nuovo il bacino, tenendo sempre in tensione i glutei. 

Il fatto che non esistano soluzioni semplici o prodotti miracolosi per avere una pelle liscia e levigata – almeno per adesso, in futuro chissà! – non significa che ci sia bisogno di sentirsi meno sicuri di sé o del proprio aspetto fisico, con o senza cellulite. La morale è che vivere una vita salutare e bilanciata vi farà sempre sentire al meglio, indipendentemente da tutto. Rendere la cellulite meno visibile è solo un bonus.


© Riproduzione riservata