Benessere Salute

Mare: i benefici sulla pelle e sullo spirito

Chiaramente l'acqua dev'essere pulita, e occhio al sole: i consigli di bellezza del dermatologo

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/02-06-2022/i-benefici-del-mare-e-della-salsedine-sulla-pelle-e-sullo-spirito-500.jpg I benefici del mare e della salsedine, sulla pelle e sullo spirito

 Ragusa - Dopo aver passato tutto l'inverno a spalmarci di creme e oli per mantenere la nostra pelle sempre ben idratata e illuminata, a farci scrub per eliminare le cellule morte, con l'estate arriva finalmente il momento in cui possiamo sfruttare la natura quasi come se fosse una Spa. Ed è il mare in particolare il nostro più grande alleato di bellezza. Ricco di oligoelementi e di sostanze salutari per la nostra pelle, basta fare un bel bagno in un'acqua pulita affinché la salsedine sprigioni tutti i suoi effetti benefici sul nostro corpo. "L'acqua di mare è piena di sali minerali e di oligoelementi – spiega il dermatologo Antonino Di Pietro – E con un bagno di 15 minuti già possiamo godere di un importantissimo beneficio: il ricambio delle cellule superficiali della pelle. Potremmo chiamarlo idropeeling, se vogliamo inventarci un termine nuovo".

"Si tratta di un ricambio estremamente soft e delicato - aggiunge -, che non solo serve a ripulire la nostra pelle, ma è utile anche perché eliminate le cellule più superficiali, la pelle è in grado di assorbire più facilmente tutti quegli oligoelementi e sali minerali di cui l'acqua di mare è ricca". Cloro, bromo, calcio, magnesio, iodio: tutte queste sostanze contenute nell'acqua di mare hanno anche il potere di disinfettare la pelle e di prevenire e combattere le infezioni. E se combinate con l'azione dei raggi solari i loro effetti si amplificano. "Una corretta esposizione al sole, che prevede ovviamente l'uso di filtri solari scelti a seconda del nostro fototipo, facilita l'assorbimento di tutti questi elementi che troviamo nel mare". Attenzione però a non esagerare.

"Intanto non dobbiamo restare in acqua per due o tre ore di seguito. E poi dobbiamo ricordare che i cristalli di sale che restano sulla pelle possono diventare un booster per i raggi solari, in pratica si comportano come dei piccoli specchietti sulla pelle in grado di riflettere e amplificare l'azione dei raggi ultravioletti causando secchezza e screpolatura. Per questo, soprattutto chi ha una pelle particolarmente delicata, deve fare molta attenzione e eventualmente risciacquarsi subito dopo un bagno con dell'acqua dolce". L'acqua del mare si rivela poi un toccasana per alcune malattie della pelle. "Chi soffre di eczema, psoriasi e acne potrà avere dei grandi benefici per l'andamento della propria patologia grazie proprio alla combinazione di mare e sole. Chiaramente sempre seguendo delle regole di buon senso per evitare di andare incontro a scottature e ustioni".

L'altra accortezza quando siamo in spiaggia riguarda l'inquinamento. "Se l'acqua è sporca o se siamo a largo nei pressi di un'imbarcazione a motore facciamo particolare attenzione. Una piccola goccia di olio o di benzina è sufficiente per sporcare metri e metri di acqua intorno a noi. E gli effetti sulla pelle sono pericolosisissimi: se ci facciamo un bagno in un'acqua sporca di idrocarburi la patina oleosa resterà appiccicata sulla nostra pelle e se dopo ci esponiamo al sole andremo facilmente incontro a dermatiti e irritazioni. Per questo se ci rendiamo conto di aver fatto un tuffo in un'acqua non proprio pulita cerchiamo di sciacquarci subito con dell'acqua dolce". 

Abbiamo parlato dei benefici del mare e del sole per la pelle, ma per ottenere il massimo senza correre alcun rischio è fondamentale utilizzare creme e filtri solari. "Io suggerisco ai miei pazienti di adottare le creme di ultima generazione che non solo proteggono, ma aiutano anche la pelle a rigenerarsi, ad esempio quelle che contengono la plusolina – spiega Di Pietro – E altrettanto importante, se vogliamo evitare che la pelle si secchi fino a spellarsi, è utilizzare un buon doposole. Abbiamo bisogno di creme che siano idratanti e rigeneranti al tempo stesso, scegliamo creme in grado di riassorbirsi velocemente e che non ungano. In questo modo non solo riusciremo a prevenire le spellature ma prolungheremo anche la durata della nostra abbronzatura".  


© Riproduzione riservata