Benessere Alimentazione

Uva: benefici e proprietà del frutto energetico e idratante

Un paio di tazze d’uva al giorno combattono gli effetti nefasti della nostra dieta ricca di grassi e allungano la vita anche di 5 anni

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/10-08-2022/i-benefici-dell-uva-le-proprieta-del-frutto-energetico-e-idratante-500.jpg I benefici dell’uva: le proprietà del frutto energetico e idratante

Tempo di fine estate, tempo di uva. Perché dovremmo mangiare molta più uva? Questo succoso frutto è uno dei simboli della mediterraneità per eccellenza ed è presente da secoli sulle nostre tavole. Un paio di tazze d’uva al giorno combattono gli effetti nefasti della nostra dieta ricca di grassi e allungano la vita anche di 5 anni
Come e meglio di una mela: un po’ d’uva al giorno toglie il medico di torno. Secondo una serie di studi condotti alla Western New England University gli effetti benefici del consumo di acini d’uva sono sorprendenti, con impatti notevoli sulla salute e sulla durata della vita. Secondo gli esperimenti del gruppo di ricerca americano, aggiungere l’uva nella nostra dieta può portare benefici inattesi, come il recupero di alcune facoltà che vengono compromesse dalla nostra dieta ricca di grassi. E secondo una stima, pur non attendibile al 100%, l’azione antiossidante dell’uva porterebbe a un allungamento della vita anche di 4-5 anni.

Le proprietà
L’uva stimola tre grandi organi: reni, fegato e intestino.
La polpa dell’uva è ricca di vitamine e minerali, mentre nella buccia della varietà nera si concentrano numerosi polifenoli antiossidanti e antinfiammatori. L’uva previene l'osteoporosi perché ricca di sali minerali utili per l'assorbimento di calcio nelle ossa ed è consigliata anche a chi soffre di anemia, gotta, artrosi e dolori reumatici. Contiene poche proteine e pochissimi grassi, però è un frutto molto ricco di zuccheri, glucosio e fruttosio per cui ha un alto valore calorico che aumenta in caso dell’uva sultanina.
Ha un alto contenuto di acqua che aiuta a mantenere il corpo idratato.
La melatonina contenuta aiuta a regolare i ritmi circadiani perciò è utile nei periodi di stress o dopo le vacanze.
Il componente dell’uva molto importante per la salute è il resveratrolo, un fenolo non flavonoide contenuto nella buccia e semi dell’uva. Ha un’azione antinfiammatoria, antibatterica, antifungina, diuretica, antiossidante, riduce il colesterolo, fluidifica il sangue, combatte gli effetti dannosi dei radicali liberi, depura il fegato.
I benefici dell’uva
Lo studio americano, pubblicato sulla rivista Foods, dimostra che una quantità pari a due tazze di uva al giorno, nell’ambito di un’alimentazione tipica dei Paesi occidentali, compensa l’eccesso di grassi introdotti nel corpo e contribuisce alla riduzione del fegato grasso e un allungamento generale della durata della vita.
Il team, che da anni conduce studi sull’alimentazione, spiega che l’inserimento dell’uva nella dieta mostra addirittura cambiamenti effettivi nell’espressione genetica.

Benefici per il cuore
L’uva è ricca, ricchissima di flavonoidi, dei componenti essenziali per la fisiologia delle piante e che hanno diverse proprietà sul nostro sistema cardiovascolare. I flavonoidi, sono gli antiossidanti naturali per eccellenza, quindi sanno inibire la formazione dei radicali liberi dell’ossigeno (ROS) e dell’ossidazione del colesterolo cattivo-LDL che costituiscono tra le principali cause dell’arteriosclerosi.
L’uva allunga la vita
I vantaggi, finora mai individuati, dell’uva sono tali che l’aggiunta di acini a una dieta ricca di grassi porta anche a aumentare i livelli di geni antiossidanti e a ritardare la morte naturale. Gli esperimenti sui topi fanno pensare che il cambiamento che potrebbe verificarsi negli esseri umani corrisponderebbe a 4-5 anni in più nella nostra vita. Il gruppo di ricerca americano ha pubblicato anche in altro studio, sulla rivista Antioxidants, che il consumo di uva altera l’espressione genica nel cervello, con effetti positivi sul comportamento e sulle capacità cognitive, due aspetti che in genere vengono compromessi da una dieta ad alto contenuto di grassi.

 


© Riproduzione riservata