Benessere Metodo Tabata

La dieta di Noemi pre-Sanremo

La dieta che ha trasformato Noemi pre-Sanremo è molto più di un semplice regime alimentare.

La dieta che ha trasformato Noemi pre-Sanremo

Noemi, Veronica Spinelli ha di recente postato una foto su instagram dove è irriconoscibile. Il merito del dimagrimento di Noemi va alla dieta META messa a punto dalla sua dietista e nutrizionista di fiducia
Noemi dieci anni dopo, dalla sua hit Vuoto a perdere (2011), a pochissimi giorni dall'edizione 2021 di Sanremo, sfoggia un fisico snello e tonico e, all'apparenza, zero cellulite. Noemi, se vi ricordate cantava di cellulite e nuove consapevolezze.
“È capitato anche a me di perdermi. Di non riconoscermi più. E ho dovuto faticare. Tagliare i fili con il mio passato, per trovare una nuova me. Avevo bisogno di sentirmi in movimento. Sorvolare le voci che tanto, comunque sei, non vai bene», con queste parole la cantante Noemi ha raccontato in un'intervista a Vanity Fair, nei giorni scorsi la sua trasformazione fisica e al tempo stesso mentale, che l'ha vista dimagrire significativamente durante gli scorsi mesi. "Metamorfosi" è il nome del suo nuovo album, fuori il prossimo 5 marzo, che non potrebbe che avere un nome più rappresentativo del suo impressionante cambiamento. La cantante posa ora in splendida forma negli scatti pubblicati sul suo profilo Instagram, in attesa di esibirsi sul palco dell’Ariston dove sarà tra i 26 artisti in gara della sezione "Campioni" del festival di Sanremo 2021. Sul palco dell'Ariston, Noemi, si mostrerà per la prima volta dopo avere seguito la dieta, nella sua nuova metamorfosi.

Già durante l'estate la cantante aveva stupito i suoi fan posando dimagrita in bikini, con la sua nuova forma fisica, in alcuni scatti instagram in cui aveva già accennato del suo cambiamento
Il risultato, aveva spiegato Noemi, è stato raggiunto grazie al metodo di allenamento Tabata. Un training, chiamato anche Guerrilla cardio, che è una forma molto intensa di allenamento cardiovascolare ideato negli anni ’90 dall’omonimo scienziato giapponese. Il metodo consiste in un workout intervallato ad alta intensità molto indicato per chi vuole dimagrire bruciando grassi e migliorare la propria resistenza.
Per arrivare a questo cambiamento radicale, vincendo la battaglia con i chili di troppo, Noemi ha dovuto - per sua stessa ammissione - toccare il fondo. Da qui la decisione di rivolgersi alla dottoressa Germani, celebre per il suo approccio al dimagrimento altamente scientifico, personalizzato e attento alla psicologia del singolo paziente. Come sottolinea il suo META Approach, non esistono scorciatoie per perdere chili (e mantenere nel tempo il risultato ottenuto). "Serve acquisire le reali basi di una sana alimentazione, evitando banali restrizioni e imparando a gestire autonomamente le situazioni, acquisendo più fiducia in se stessi". L'esatto opposto delle pericolose diete fai da te o dei regimi detox lampo che popolano sulla rete.

La dieta META mira a personalizzare la propria dieta in seguito ad un test del DNA, allo scopo di scoprire se vi sono delle intolleranze, un eventuale stress ossidativo e potenziali disfunzioni metaboliche, infine, è pure importante per raggiungere il traguardo con successo. La combinazione tra un nuovo atteggiamento mentale, abitudini alimentari sane e il Tabata, un allenamento fisico ad alta intensità, sono la base della dieta di Noemi.
Le abbuffate
"Durante il percorso META vengono impiegate tecniche di automonitoraggio e autogestione, gestione delle emozioni e/o ansia in relazione all’assunzione di cibo, modulazione delle abbuffate da stress, ricerca e soddisfazione delle esigenze del proprio organismo e gratificazione quotidiana", prosegue l'esperta sul suo sito. Niente prescrizioni di farmaci, niente preparati miracolosi (o sedicenti tali).
"Vai bene solo se vai bene a te", scrive Noemi nel suo ultimo post su Instagram. E il suo sorriso la dice lunga sul suo stato d'animo attuale.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1618911747-3-minauda.jpg