Benessere Dieta Mediterranea

La dieta di Federica Pellegrini: cosa mangia e come mangia?

«È abituata a mangiare in maniera corretta. Varia molto con gli alimenti, non sta lì con il bilancino a pesare la grammature di ogni singolo alimento».

La dieta di Federica Pellegrini: cosa mangia e come mangia?

Cosa mangia, come mangia Federica Pellegrini? Cosa mangia un’atleta delle Olimpiadi? Tutte domande che in molti di Voi si sono poste vedendo Federica Pellegrini sfoggiare una splendida forma alle Olimpiadi di Tokio. Le Olimpiadi di Tokyo 2020 hanno acceso i riflettori del mondo su di lei, la regina italiana del nuoto: Federica Pellegrini, la quale ha da poco conquistato la semifinale dei 200 stile. La nuotatrice dei record che dice ‘no’ alla dieta?
La dieta di Federica Pellegrini non ha segreti e non è ferrea ma decisamente equilibrata, scopriamola insieme
La nutrizione secondo Federica Pellegrini, soprannominata la “Divina” nuotatrice, che in questi giorni è appena stata a Tokyo, per la sua quinta Olimpiade in carriera. Alta 179 centimetri, il suo peso oscilla tra i 60 e 65, dipende anche dai carichi di lavoro. Si allena due volte al giorno in acqua e svolge tre sedute settimanali a secco. Federica è sempre in super forma, a quasi 33 anni (che compirà il 5 agosto), sfida e batte – come successo nel 2019 – le diciottenni – e sta molto attenta alla sua dieta. E poco importa che si sia qualificata con il settimo tempo utile (su otto), perché la sua è già una delle più belle pagine di sport che siano state scritte. Tra i segreti della nuotatrice di Mirano per una carriera costellata di successi c'è anche una dieta corretta, tenuta sotto controllo dal suo medico e nutrizionista - che ha anche ringraziato dopo la semifinale.

Se le chiedete di parlare di nutrizione spiega: “Non ho mai seguito una dieta particolare, perché l’ho sempre trovata una limitazione. Innanzitutto perché io già di per sé non sono una ragazza che mangia tantissimo soprattutto nei momenti di grande allenamento. Più riesco a mangiare diversificato e meglio è». Se proprio, però, dobbiamo prenderla come modello, la dieta mediterranea è un buon punto di partenza, «supportata da una buona integrazione fatta con un medico specializzato ad hoc. Però insomma ho sempre mangiato di tutto», suggerisce ancora la Divina.
A confermarlo anche l'allenatore, Matteo Giunta, che si occupa anche della preparazione fisica: «È abituata a mangiare in maniera corretta. Varia molto con gli alimenti, non sta lì con il bilancino a pesare la grammature di ogni singolo alimento». Ma ogni tanto, sì, si concede qualche strappo alla regola: «Già di per sé il nuoto è uno sport difficile di suo, se in più uno deve sentirsi costretto sull’alimentazione, diventerebbe troppo complicato», argomenta il coach. Lei, per esempio, è appassionata della mozzarella in carrozza della nonna, a cui non riesce a dire di no.

La Divina, quindi, non è abituata alle diete troppo restrittive ma neanche esagera in occasione di festività e di compleanni: “Solitamente separa carboidrati e proteine indicativamente per avere una linea guida: a pranzo mangia di solito un piatto di pasta e la sera di solito mangia carne o pesce, proteine, senza esagerare con la carne rossa, che viene limitata a uno-due volte a settimana. Quindi carne bianca o pesce”. Ed è così che Federica è arrivata alla sua quinta Olimpiade, con la grinta e il talento ma anche con una sana e corretta alimentazione.
 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg