Benessere APP

WeWard, arriva in Italia l'App che ti paga se cammini

Nata in Francia nel 2019, WeWard in una sola settimana ha registrato quasi 50.000 download da parte di utenti italiani: ecco come si utilizza

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/22-01-2022/weward-arriva-in-italia-l-app-che-ti-paga-se-cammini-500.jpg WeWard, arriva in Italia l'App che ti paga se cammini

È arrivata in Italia WeWard, l’app che in Francia è al secondo posto delle più scaricate (subito dopo TousAntiCovid, con cui tracciare i contatti Covid). Si tratta di un servizio che è stato lanciato proprio dai francesi nel 2019, sbarcando poi in Belgio nel 2020 e in Spagna quest’estate, nel giugno 2021. Adesso finalmente è arrivata pure da noi, dove ha subito registrato un enorme successo: a nemmeno una settimana dal debutto si contano già 50 mila download, facendo piazzare WeWard al secondo posto dell’Apple Store.

Complice il suo essere gratis ma soprattutto il fatto che ripaga sia rimettendoci in forma sia facendoci guadagnare, il boom dell’app nata oltralpe era un successo preannunciato. WeWard incoraggia gli utenti a praticare attività fisica quotidianamente e lo fa remunerando a livello economico in base ai chilometri percorsi e ai traguardi che ma mano potranno essere raggiunti. Il meccanismo è molto semplice. Vediamo allora come funziona: dopo aver effettuato il download dall’Apple Store o da Google Play, si apre l’applicazione sullo schermo dello smartphone, ci si registra ed è fatta: si può incominciare fin da subito a camminare. E a guadagnare. La soglia di guadagno dipende dal livello di attività fisica e a ogni passaggio di livello si otterrà un certo numero di Ward.

Più si cammina, più si ottengono Ward, che sono i bonus da convertire successivamente in regali, ricompense o in euro. I Ward, infatti, si possono trasformare in premi, donazioni a enti di beneficenza, buoni sconto, voucher, regali, carte sconto, promozioni oppure si può scegliere di ricevere l'equivalente in euro direttamente sul proprio conto in banca. Inoltre si può accedere a una selezione di articoli per la salute, la bellezza e il benessere testati, approvati e venduti direttamente da WeWard. Non mancano offerte speciali di marchi online affiliati e anche di rivenditori fisici che si trovano vicino all’utente al momento della geolocalizzazione.

Il calcolo dei passi viene eseguito in maniera accurata utilizzando il contapassi, che funziona anche quando lo smartphone si trova in tasca. Vengono usati anche i dati sulla salute per tenere traccia del numero di piani saliti, delle calorie bruciate e della distanza percorsa, consentendo così di tenere un diario delle prestazioni e dei progressi.

Non mancano le sfide a insaporire questa ricetta: l'applicazione ha in serbo per gli user una serie di sfide da completare, adatte a qualsiasi livello di preparazione. Servono anche a rendere le passeggiate più divertenti, motivando gli utenti non soltanto con la promessa di guadagno dei bonus Ward.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1663859407-3-coop.gif

L'app comprende una mappa dettagliata in cui vengono costantemente aggiornate le offerte e gli sconti disponibili nei negozi, nei musei e nei siti turistici più vicini. WeWard si rivela dunque molto più di un contapassi o di un pedometro: funziona pure da motivatore e anche quasi da personal trainer, incoraggiando l’utente a superarsi ogni volta un po’ di più per potenziare allenamento e prestazioni.

L'innovativo sistema basato su livelli, sfide sportive e premi da vincere spinge a camminare il 24% in più, secondo i dati diffusi dalla stessa WeWard. Dati a cui non si stenta di certo a credere: la ricompensa in denaro, infatti, ripaga. Letteralmente. Oltre ad aiutare l'economia - partendo dal proprio portafogli - questa applicazione ha un impatto positivo anche sull'ecologia poiché induce a camminare e quindi a ridurre l'impronta di carbonio.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1663859407-3-coop.gif

Utilizzare WeWard significa camminare di più, ergo sfruttare meno i mezzi inquinanti. Le conseguenze apporteranno quindi benefici sulla nostra salute, dato che lo smog ridurrà. Inoltre si combatterà la sedentarietà, l’altro grande nemico della salute di oggigiorno. WeWard fa dimagrire, aumenta il metabolismo e fa bruciare più calorie, sviluppa i muscoli, riduce lo stress, diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari.

I bonus Ward si possono facilmente convertire, richiedendo che l’equivalente in euro venga accreditato in banca. Altrimenti è possibile impiegare direttamente i Ward nei negozi convenzionati o farli commutare in codici sconto e carte regalo. Da non sottovalutare è anche la possibilità di donarli in beneficenza, un altro motivo per cui questa applicazione è da salutare con entusiasmo.

A oggi sono più di 500 i partner di WeWard: tanti negozi e catene commerciali prevedono il pagamento con i guadagni fruttati con questa applicazione sullo smartphone. Da Nike a Decathlon, da H&M a Booking, da Marionnaud a Foot Locker fino a Converse, i più grandi marchi dello streetwear, dello sport, del beauty, della moda e della tecnologia sono già in partnership con WeWard.

Si può guadagnare camminando e non soltanto con quello: anche la partecipazione alle sfide lanciate dall’app farà collezionare tanti Ward. E, ancora, si ottengono bonus quando si lanciano challenge ai propri amici; se si risponde ai sondaggi; quando si visitano luoghi particolari suggeriti dall’app; guardando i video pubblicitari e, infine, facendo acquisti nei negozi convenzionati.

«Siamo nati nel 2019 con l’intento di sviluppare una app che fosse utile alle persone e che allo stesso tempo le aiutasse a socializzare, a visitare quanto di più bello offre il territorio – parchi, ville, monumenti – e facendo del bene a sé stessi, al pianeta e alla comunità locale. Il nostro obiettivo è di arrivare a 15 milioni di utenti entro fine 2022 e consolidare la nostra rete di partner, principalmente di prossimità presenti nei piccoli centri abitati», ha dichiarato Yves Benchimol, CEO di WeWard.

L'approccio ecocompatibile di WeWard persegue tre obiettivi di sviluppo sostenibile che sono stati fissati dalle stesse Nazioni Unite nell’Agenda 2030. Si guarda innanzitutto alla salute, combattendo la sedentarietà (che oggi si conferma il quarto fattore di rischio di morte): l’OMS consiglia di fare circa 10.000 passi al giorno e con WeWard è indubbio che l’incentivo sia maggiore, a fronte della possibilità di guadagno. Nel frattempo anche la voce sostenibilità viene rispettata, visto che si promuove la tipologia di trasporto che meno inquina al mondo, con un impatto zero sull'ambiente. «A oggi, gli utenti che utilizzano WeWard hanno consentito di risparmiare ben 184 milioni di tonnellate di CO2», recitano i dati riportati dall'applicazione. Non da ultima c’è la valorizzazione del territorio poiché stimola a visitare posti nuovi e a scoprire siti di cultura, oltre ai punti vendita.

Dulcis in fundo, sempre in chiave economica di guadagni, si legge sul sito ufficiale di WeWard che il team è in continua espansione: stanno reclutando nuove leve, ossia nuove menti. «Vuoi vivere un'avventura imprenditoriale? Unirti a una start-up innovativa e in crescita? Partecipare alle decisioni strategiche e allo sviluppo tecnico per la sua evoluzione?», queste le parole sul website dell’azienda, nella sezione in cui si trovano le posizioni aperte (per adesso tutte presso la sede di Parigi).


© Riproduzione riservata