Cronaca Trento

Arianna, sfuggita alla tragedia della Marmolada, travolta e morta a Lagorai

Se si guarda il suo profilo Instagram, è straziante il post di inizio luglio, scritto pochi giorni dopo la tragedia della Marmolada che provocò undici vittime

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/25-01-2023/arianna-sfuggita-alla-tragedia-della-marmolada-travolta-e-morta-a-lagorai-500.jpg Arianna, sfuggita alla tragedia della Marmolada, travolta e morta a Lagorai

Trento - Era sfuggita alla tragedia della Marmolada. Travolta e uccisa dalla valanga sul Lagorai. Arianna Sittoni è stata inseguita dal destino. 

Guido Trevisan e Arianna Sittoni, 46 e 30 anni, avevano deciso di salire verso la vetta e nel frattempo godersi i panorami mozzafiato della Val Campelle, pochi chilometri più in quota rispetto al rifugio Malga Caldenave gestito proprio dall’imprenditore veneto, che nel 2020 ebbe il suo rifugio Pian dei Fiacconi distrutto da una slavina. Una volta raggiunta quota 2.100 metri, in una zona più a valle rispetto alla Forcella Ravetta, i due sono stati investiti improvvisamente da una valanga rimanendo così bloccati. Lei sepolta completamente dalla neve, lui soltanto per metà. Per Sittoni purtroppo non c’è stato nulla da fare, mentre Trevisan, grave, è rimasto cosciente e avrebbe riportato soltanto una frattura a una gamba.

I soccorritori sono riusciti a recuperare solo Guido Trevisan, mentre la salma di Arianna Sittoni, sepolta dalla neve, sarà recuperata questa mattina. Se si guarda il suo profilo Instagram, è straziante il post di inizio luglio, scritto pochi giorni dopo la tragedia della Marmolada che provocò undici vittime. Allora Arianna aveva scritto: «Ci trovavamo proprio lì, a sud della Marmolada, ignari di tutto scalavamo quella parete mentre dall’altra parte un enorme pezzo di calotta si stava staccando portandosi dietro tutto e tutti, così vicini ma così lontani…». E ancora: «Alla montagna non si comanda — concludeva in quel post che la vede felice insieme a un ragazzo — a volte ci si trova semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato…».


© Riproduzione riservata