Cronaca Calcolo delle probabilità

Astrazeneca (forse) 7 morti, Coronavirus (sicuri) 103.431

Incomparabili gli esiti letali rispetto alle dosi iniettate e ai decessi da Covid

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/18-03-2021/astrazeneca-forse-7-morti-coronavirus-sicuri-103-431-500.jpg Sonia Battaglia, la 54enne napoletana ancora in coma è l’ultimo caso su cui è stata aperta un’inchiesta su denuncia dei familiari

 Ragusa - Siracusa, Gela, Catania, Trapani, Napoli, Bologna e Biella: 7 procure per 7 casi sospetti di decessi post Astrazeneca, anzi 9 perché nella provincia partenopea all’insegnante e al bidello si è aggiunto da due giorni il fascicolo di Sonia Battipaglia (foto), una 54enne che ancora lotta tra la vita e la morte, finita in coma per emorragia cerebrale e trombosi 12 giorni dopo l’iniezione. Anche lei “stava bene – dicono i figli e parenti – anzi, era già tornata a lavorare a scuola”. In realtà dell’elenco dei casi restano aperti ancora solo i primi tre, sugli altri le autopsie hanno tutte emesso il verdetto di assoluzione per il siero anglo svedese. Ed essendo casi molto simili nella dinamica clinica, non c’è motivo di ritenere che anche gli altri esami confermino la sentenza. Questa manciata di decessi “indipendenti”, che secondo le conclusioni delle analisi sarebbero quindi avvenuti comunque, e le decine o forse centinaia di malori segnalati in tutta Italia, senza mai esiti gravi o duraturi, è tutto il bottino delle reazioni avverse a fronte del milione e 148.679 dosi Astrazeneca inoculate nel Paese dalle prime atterrate, il 30 gennaio scorso, fino al blocco temporaneo: una percentuale talmente infinitesimale da risultare praticamente incalcolabile.

E a livello europeo il rapporto si dilata ancor più, con una trentina di esiti fatali sospetti contro le oltre 5 milioni di iniezioni eseguite.  Se ci sono ancora dubbi riguardo l’urgente necessità di vaccinarci tutti e in fretta, senza se e senza ma, basta confrontare il numero dei presunti effetti collaterali registrati con quello dei decessi accertati, causati in un anno dal Coronavirus nel Paese: 103.431 (gli ultimi 431 proprio ieri) di cui 4.383 in Sicilia. Le 324 rianimazioni contate mercoledì sul territorio nazionale sono il dato più alto da quando sono cominciati i bollettini pomeridiani, ed è una cifra preoccupante. Senza contare le migliaia di pazienti intubati per settimane o mesi e ne sono usciti per miracolo, fortemente indeboliti. Questo è l’unico rapporto numerico da prendere in considerazione pensando al nostro vaccino, il solo calcolo delle probabilità che deve indirizzare la nostra scelta.


© Riproduzione riservata