Cronaca Ragusa

Chiusa una carrozzeria abusiva a San Giacomo

L'officina era in uno stato di totale illegalità

Chiusa una carrozzeria abusiva a San Giacomo

Ragusa - Gestiva un’autocarrozzeria in condizioni di totale abusivismo e privo di qualsiasi autorizzazione, anche ambientale, prevista dalla normativa di settore e per questo un pregiudicato di 47 anni di san Giacomo, frazione di Ragusa, è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Ragusa Ibla. Lunedì scorso i militari si sono presentati presso l’abitazione dell’uomo unitamente a personale della Polizia Provinciale e hanno iniziato il controllo che ha portato alla luce una situazione di totale illegalità con la reiterata e palese violazione di tutte le norme previste per la gestione di questo tipo di attività con particolare infrazioni ambientale e di gestione dei rifiuti speciali pericolosi e scarti di lavorazione, peraltro trovati in quantità all’interno dell’officina.

Erano inoltre assenti impianti di aspirazione e purificazione dell’aria previsti per evitare la dispersione in atmosfera di polveri
e vernici. Accertata l’assenza delle previste autorizzazioni e certificazioni è scattata l’immediata chiusura dell’attività con il conseguente sequestro dell’area cui sono stati apposti i sigilli dell’Autorità Giudiziaria che ha disposto inoltre il sequestro di tutto il materiale rinvenuto all’interno, compresi gli autoveicoli presenti ed in attesa di essere riparati. Pesanti le accuse a cui l’uomo dovrà far fronte che vanno dall’attività di gestione di rifiuti non autorizzata alla generale mancanza di ulteriori autorizzazioni previste e per le quali, oltre alle sanzioni penali il codice dell’ambiente prevede multe salatissime che possono arrivare a più 20mila euro.


© Riproduzione riservata