Cronaca Comiso

Comiso, Francesco Occhipinti, muratore, cade dal secondo piano e muore

Un muratore ha perso l'equilibrio mentre lavorava su un ponteggio al terzo piano di una abitazione

Comiso, muratore cade dal terzo piano e muore

Comiso -  Un operaio di 66 anni è morto stamani a Comiso intorno alle 10,30 dopo essere caduto dal secondo piano di un edificio dove stava eseguendo dei lavori di sistemazione delle grondaie. Inutili i soccorsi del 118 che hanno allertato le forze dell'ordine. L'incidente è avvenuto in via Diaz. Sul posto polizia, squadra Scientifica e ispettori dello Spresal per fare luce su quanto accaduto. Del fatto, che viene trattato come incidente sul lavoro, è stata informata la procura. Intervenuto sul posto anche il medico legale di turno.

La vittima è Francesco Occhipinti, 66 anni. Si trovava sul muretto del terrazzo di una casa, ed è precipitato dopo essersi sporto in avanti nel tentativo di aprire e liberare la cassetta dell'impianto del metano, dove si erano piazzati alcuni piccioni. Un gesto fatale, imprudente, che è costato la vita al muratore. L'uomo stava eseguendo dei lavori di ristrutturazione in un piccolo immobile del centro storico del paese, nel quartiere Immacolata. Era da solo e nessuno si è accorto dell'accaduto. Un altro operaio, che si trovava all'interno dello stabile per altri lavori ha sentito il tonfo ed è accorso, seguito, subito dopo, da altri abitanti della zona. L'uomo è morto sul colpo. A constatare il decesso è stato il medico legale Giuseppe Algieri. Sul posto, gli agenti del commissariato di Comiso e la Polizia scientifica, che hanno eseguito i rilievi. Dell'accaduto è stata informata il sostituto procuratore di turno Martina Dall'Amico.


© Riproduzione riservata