Cronaca Il blitz

Comiso, segregato per incattivirlo: giovane pitbull liberato VIDEO

Il cane incatenato e tenuto in condizioni di deprivazione per farlo combattere

Comiso, segregato per incattivirlo: giovane pitbull liberato VIDEO

Comiso - “A pochi giorni dal soccorso di Leone, il cucciolo con le orecchie barbaramente mutilate da un gruppo di ragazzini ad Acate, i volontari dell’OIPA di Ragusa sono intervenuti nuovamente, questa volta a Comiso, per mettere in salvo un giovane pitbull di un anno rinchiuso in una casa disabitata e tenuto a catena corta. Il cane, di circa un anno, viveva tra i suoi escrementi abbandonato da giorni nell’immobile intestato a una persona deceduta”. Nuovo blitz animalista dell’Oipa di Ragusa, che raccontano sulla loro pagina Facebook com’è andata, allegando un video che postiamo in fondo.

“Ad allertare la sezione dell’OIPA di Ragusa, intervenuta in coordinazione con la Polizia Municipale e l’Ufficio Ambiente del Comune di Comiso, le segnalazioni di alcune persone che da giorni sentivano dei lamenti provenienti dalla casa in cui era segregato – scrivono i volontari -. Una volta liberato, il cane è stato messo al sicuro nel canile sanitario e, non appena sarà sterilizzato e microchippato, potrà essere adottato. Il sospetto è che il giovane pitbull venisse tenuto in quelle condizioni da soggetti privi di scrupoli allo scopo di incattivirlo e farne un cane da combattimento. L’invito è quello di segnalare sempre casi di maltrattamento o di abbandono: mai girarsi dall’altra parte, solo così possiamo difendere la vita dei degli animali più sfortunati.”


© Riproduzione riservata