Cronaca Ancona

Covid, è morta Martina: la 14enne che non ha potuto vaccinarsi

Lo sfogo della madre: “E’ tutta colpa di chi nega il virus”

 Ancona - "La gente spero che capisca che il Covid esiste, è un mostro che ti può distruggere e anche chi è vaccinato non deve mai abbassare la guardia: bisogna sempre rispettare le regole perché questo mostro adesso sta colpendo soprattutto i bambini". Scriveva così, agli inizi di novembre, Rita Scherillo: mamma coraggio di origini napoletane trapiantata da anni con la famiglia a Osimo, nelle Marche. Sua figlia Martina, 14 anni (foto), è morta ieri all’ospedale materno-infantile Salesi di Ancona, dov’era ricoverata da oltre un mese a causa di una gravissima insufficienza respiratoria legata a un'infezione da Covid.

Una ragazza solare, dolce, a cui la vita ha riservato un’esistenza complicata e un destino infausto. La ragazzina, nata con una rara sindrome genetica rarissima, 2 anni fa era stata sottoposta a un trapianto di reni e si trovava in una situazione di immuno-soppressione farmacologica che non le ha consentito di essere vaccinata contro il Coronavirus. Il primo novembre scorso aveva accusato 41 di febbre ed era stata ricoverata, ma le condizioni cliniche però sono progressivamente precipitate, fino all’arresto cardiocircolatorio. 


© Riproduzione riservata