Cronaca Ischia

Frana a Ischia, trovata quarta vittima

Ancora un ritrovamento sotto al fango. Non si conoscono dettagli sull'identità della vittima

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/27-11-2022/frana-a-ischia-trovata-quarta-vittima-500.jpg Frana a Ischia, trovata quarta vittima

Ischia - È stata ritrovata la quarta vittima dell’alluvione di ieri a Casamicciola. È stata rintracciata in via Celario dai soccorritori che, dopo averla scorta nel fango, l’hanno estratta. Al momento, non è possibile darne un’identificazione.

La terza vittima era un'anziana
Poche ore fa nella zona di via Celario i soccorritori che da alcune ore scavano a mano hanno rinvenuto il cadavere di una donna anziana, di cui al momento non è possibile determinare l'identità. Come per le altre due vittime, la salma sarà portata presso l'obitorio dell'ospedale Rizzoli. 

'Ora si sta scavando nella stessa zona dove è stato recuperato il corpo di una bambina, seconda vittima recuperata. La strada interessata dalla valanga di fango è via Celario, i dispersi al momento risultano tutti residenti in quella strada''. Lo ha detto all'Adnkronos Simonetta Calcaterra, nominata commissario per la Protezione civile a Ischia.

La seconda vittima è una bimba di cinque-sei anni
Indossava il pigiama, invece, la bimba trovata morta a Casamicciola, sull'isola d'Ischia, seconda vittima accertata della frana che si è verificata all'alba di ieri. La bimba, di età tra i 5 e i 6 anni, è stata trovata nella zona alta di Casamicciola, quella maggiormente colpita dalla frana e dove si stanno concentrando le attività di soccorso e ricerca dei dispersi. Con ogni probabilità è stata sorpresa dalla frana mentre stava dormendo. Il corpo senza vita sarebbe stato trovato nei pressi di un materasso, forse ciò che resta del suo letto.

Con il ritrovamento della bimba e dell'anziana salgono a tre le vittime accertate: la prima è stata Eleonora Sirabella, 31 anni, il cui corpo è stato trovato ieri nei pressi di piazza Maio. Anche i genitori e il fratello della bimba sono nella lista dei dispersi, così come gli zii che abitavano poco distante, sempre in via Celario, la strada nella quale si è riversata la massa di acqua, fango, massi e detriti staccatisi dall'Epomeo. 

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1673517429-3-giap.png


© Riproduzione riservata