Cronaca Comiso

Furti tra Comiso e Vittoria, un arresto e tre denunciati

Arrestato un algerino

Furti tra Comiso e Vittoria, 4 arresti

Comiso - Nella notte di domenica 17 gennaio, i carabinieri della Stazione di Comiso hanno deferito in stato di libertà per possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso tre uomini di origine rumena, rispettivamente di 23, 29 e 39 anni, braccianti agricoli. Una pattuglia dei Carabinieri, mentre transitava nella Contrada Monacazza di Comiso, ha incrociato in piena notte un furgone che percorreva una strada interpoderale. Insospettiti delle circostanze di luogo e di tempo, tenendo in considerazione che nell’arco notturno è in vigore il coprifuoco dovuto alle norme restrittive legate all’emergenza sanitaria da Covid-19, i Carabinieri hanno sottoposto a controllo il veicolo rinvenendo, occultati nel bagagliaio:
- tre cesoie in ferro per potare metalli, tutte di lunghezza complessiva compresa tra i 64 e 70 cm;
- un martello in ferro, una chiave giratubi e una chiave tipo roncola;
- tre taglierini e quattro forbici, di lunghezza complessiva compresa tra i 18 e i 21 cm;
-una torcia e altro materiale utile allo scasso.
Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e i tre occupanti del veicolo sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa.

Nella giornata di venerdì 15 gennaio, a Vittoria, i Carabinieri della Compagnia hanno tratto in arresto in flagranza del reato di tentato furto aggravato BENTARZI RABAH cl.67, algerino, disoccupato, senza fissa dimora.
Durante la notte, i Carabinieri hanno ricevuto una richiesta di intervento tramite N.U.E. “112”, in cui il segnalante riferiva di aver visto un uomo mentre tentava di forzare la porta d’ingresso di un’abitazione limitrofa.
La pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vittoria, giunta immediatamente sul posto – nei pressi dell’Istituto Comprensivo “G. Mazzini” - ha sorpreso il ladro all’interno dell’abitazione, nella quale si era introdotto previo danneggiamento della porta d’ingresso.
Il tempestivo intervento dei militari non ha consentito al citato malvivente di portare a termine il suo intento criminoso. I Carabinieri, sulla base degli elementi raccolti fino a quel momento, hanno tratto in arresto il BENTARZI, associandolo alla Casa Circondariale di Ragusa su disposizione dell’autorità giudiziaria di Ragusa. 


© Riproduzione riservata