Cronaca Liguria

Genova, ragazza muore dopo asportazione neo: arrestati medico e “santone”

L’operazione condotta in un agriturismo ha portato allo sviluppo di metastasi, l'accusa è omicidio volontario

Genova, ragazza muore dopo asportazione neo: arrestati medico e “santone”

 Genova - Un medico e un santone sono stati arrestati in queste ore dai carabinieri con la gravissima accusa di omicidio volontario di una ragazza, morta dopo un intervento chirurgico su un neo che per gli inquirenti sarebbe stato realizzato senza alcuna precauzione. La giovane è deceduta all’ospedale S. Martino di Genova lo scorso ottobre, dov’era stata ricoverata a seguito di numerose metastasi che si erano sviluppate attorno all’area oggetto dell’intervento chirurgico del medico. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti liguri, la ragazza frequentava un centro olistico di cui era presidente e guida spirituale un santone, che l’avrebbe convinta a sottoporsi all’intervento al neo. A condurre l’operazione chirurgica era stato un dirigente medico di chirurgia generale di un ospedale bresciano che però ha effettuato l’intervenendo in una stanza dell'agriturismo gestito dal ‘santone' e non in uno studio medico. Inoltre il tutto sarebbe avvenuto senza i dovuti accertamenti istologici. Questo, secondo l’accusa avrebbe portato alla formazione di numerose metastasi e alla successiva morte della ragazza. Ai due arrestati contestate anche altri gravissimi reati come violenza sessuale e circonvenzione di incapaci.


© Riproduzione riservata