Cronaca Teramo

Intrugli di funghi per Covid, paziente muore: medico arrestato per omicidio

Ai domiciliari Roberto Petrella, noto per i deliri anti vaccino

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-01-2022/intrugli-di-funghi-per-covid-paziente-muore-medico-arrestato-per-omicidio-500.jpg Intrugli di funghi per Covid, paziente muore: medico arrestato per omicidio

 Catanzaro - Ha prescritto cure "alternative" ad un paziente residente in Campania, che ha seguito per altro solo telefonicamente e che poi è morto: un medico di Teramo, Roberto Petrella (foto), noto no vax, è stato arrestato ai domiciliari dalla Digos di Catanzaro per omicidio colposo, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura calabrese.

Il ginecologo 75enne, già destinatario di un provvedimento non definitivo di radiazione dall'Ordine dei medici, avrebbe suggerito al paziente, affetto da più patologie e che non è neanche certo se avesse anche il Covid, intrugli a base di funghi "procrastinando il ricovero ospedaliero ed impedendo l’attivazione di idonee terapie salvavita". L'uomo è peggiorato, fino al decesso dovuto a un infarto.

Solo lo scorso sette novembre Petrella era salito alla ribalta della cronaca per aver partecipato a una riunione di “complottisti” nella chiesa di una frazione di Fabriano, vicino Ancona, terminata con la diagnosi di 21 positivi e 87 quarantenati. Secondo lui, nei vaccini contro il Coronavirus ci sarebbero "tessuti umani di feti abortiti" e negli Usa una società ucciderebbe "dai 4 ai 5mila bambini al giorno" per utilizzarli come ingredienti nei farmaci.


© Riproduzione riservata