Cronaca La denuncia

Messina, entra in ospedale con l'anemia ed esce col Covid

Chiuso il reparto di Medicina interna al Papardo, il deputato Calderone annuncia un’interrogazione all’Ars

Messina, entra in ospedale con l'anemia ed esce col Covid

 Messina - Va al pronto soccorso del “Papardo” per un’anemia e al 16esimo giorno di ricovero, a causa dei valori di ferro e calcio bassissimi, risulta positivo al Coronavirus al tampone molecolare. Antonio Crea (foto), comandante dei vigili urbani di Venetico nel messinese, si trova ora in una Rsa trasformata in reparto Covid. "Incredibilmente sono stato dimesso, perché non c’erano posti - denuncia - e trasferito in ambulanza all’Opus di via Palermo, ma qui chi mi curerà?".

"Deduco che il Covid sia stato portato dal personale - continua - in quanto la maggior parte dei pazienti sono a letto e hanno contatti solo con i sanitari". Pronta la replica dell’ospedale: "A seguito di un tampone rivelatosi positivo su un paziente ricoverato nel reparto di Medicina interna - si legge nel comunicato - sono stati eseguiti altri test, che hanno portato a identificare alcuni pazienti positivi e due membri del personale sanitario”.

Tutti i pazienti sono stati trasferiti nei reparti di Malattie infettive e Pneumologia; mentre quelli “che necessitavano di cure a bassa intensità”, sono stati parcheggiati “in idonee strutture sanitarie o a casa”. Fatto sta che “sono attualmente chiusi i ricoveri di Medicina interna, così come era già stato fatto fin dal primo paziente trovato positivo”. Nel frattempo il reparto è stato sanificato e i ricoverati negativi sono rimasti al posto loro, “così come i dipendenti”. 


© Riproduzione riservata