Cronaca Rovigo

Poliziotto di 57 anni muore di Covid, non poteva vaccinarsi

Paolo Aggio aveva avuto una trombosi in passato, alla fine è stato ucciso dal virus

Poliziotto di 57 anni muore di Covid, aveva paura del vaccino

 Rovigo - Tra le ultime vittime italiane del Covid c’è un poliziotto veneto non vaccinato: Paolo Vincenzo Aggio, 57 anni (foto), ricoverato all’ospedale di Trecenta dal 6 novembre scorso e deceduto ieri in terapia intensiva. Lavorava nel corpo di guardia della Questura di Rovigo ed era risultato positivo dopo l’esecuzione di un tampone, ai primi di novembre. Non aveva manifestato subito i sintomi, che sono peggiorati però col passare dei giorni.

Fino al ricovero d’urgenza, e all’aggravamento repentino e irreversibile del quadro clinico. La vittima aveva scelto di non vaccinarsi, a causa di seri problemi di salute avuti un paio di anni fa, legati a una trombosi. Temeva che potessero risorgere con il vaccino e per recarsi al lavoro si sottoponeva a tamponi molto frequenti: uno di questi ne ha riscontrato la positività.


© Riproduzione riservata