Cronaca Taormina

Rubano orologi di lusso e fanno la bella vita: presi in hotel a Taormina

Una coppia arrestata dai carabinieri: il fermo è avvenuto nell'albergo a 4 stelle dove stavano facendo colazione

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2022/rubano-orologi-di-lusso-e-fanno-la-bella-vita-presi-in-hotel-a-taormina-500.jpg Rubano orologi di lusso e fanno la bella vita: presi in hotel a Taormina

Taormina - I carabinieri hanno sottoposto a fermo a Taormina un uomo di origine marocchina e una donna polacca per furto. Le indagini hanno preso il via dopo la denuncia del titolare di un esercizio di ristorazione del centro storico di Taormina che ha denunciato un furto nella sua abitazione, nel quale sono stati portati via contante e orologi di lusso del valore di circa 20.000 euro.

I militari hanno identificato dalle immagini di videosorveglianza gli autori del delitto e li hanno rintracciati in una struttura ricettiva a quattro stelle di Taormina, intenti a consumare la prima colazione. I due, che di recente avevano lavorato anche alle dipendenze della vittima come camerieri, e lei anche come baby sitter, sono stati trovati in possesso di circa 8 mila euro in contanti e di qualche dose di cocaina e marijuana per uso personale.

La donna, ha ammesso di essere autrice del furto in concorso con il giovane marocchino, negando inizialmente il furto degli orologi di pregio. Ciononostante, le ricerche della refurtiva da parte dei Carabinieri sono proseguite ed hanno consentito di recuperare anche i quattro orologi rubati, tra cui un Rolex ed un Cartier. I due li avevano ben occultati nel vano dell’ascensore del condominio dove la donna aveva in uso un appartamento, dal quale è stato possibile recuperarli solo dopo l’intervento del personale della ditta manutentrice, fortunatamente ancora in buono stato. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di documentare le diverse fasi dell’azione criminosa, inclusa quella del sopralluogo, e di accertare che i due avevano già speso circa 3.000 euro del bottino in cene in ristoranti di lusso del comprensorio taorminese, hotel quattro stelle e in acquisto di costosi cellulari, che sono stati pertanto sottoposti a sequestro.


© Riproduzione riservata