Cronaca Trapani

Sub annega, sul corpo una ferita: caccia alla barca killer

Una battuta di pesca notturna finisce in tragedia, indaga la Capitaneria di porto

Sub annega, sul corpo una ferita: caccia alla barca killer

 Trapani - Giovanni Marino, un 55enne di Marsala, è morto nella notte durante una battuta di pesca in località Kartibubbo: si è immerso in acqua, ma è più tornato a riva. I familiari hanno fatto scattare le ricerche: sul corpo dell’uomo, ritrovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco, gli uomini della Capitaneria di porto hanno ritrovato una profonda ferita e stanno indagando per accertare se il sub sia stato colpito da un’imbarcazione.

Come accaduto nei giorni scorsi a un altro sub di 51 anni, gravemente ferito alle gambe dopo essere stato investito da una barca che navigava ad alta velocità davanti all’isola palermitana di Cefalù, e che dev’essere ancora individuata dai militari.  

Morte anche nelle acque della costa ragusana, ma per un malore: un pensionato 84enne, in ferie a Santa Croce Camerina con la moglie, è annegato ieri di fronte alla spiaggia di Caucana nonostante i soccorsi. L’anziano era originario della provincia di Ragusa ma, emigrato in Germania, era tornato nella sua terra per trascorrere un periodo di riposo nella sua città d’origine e sulle spiagge siciliane.


© Riproduzione riservata