Cronaca Scicli

Vaccinopoli ragusana, si allunga la lista in mano ai carabinieri

Il direttore dell’Asp Aliquò fa almeno 30 nomi, il sindaco Giannone: “Io non convocato, non conto nulla”

Il direttore dell’Asp Aliquò fa almeno 30 nomi, il sindaco Giannone: “Io non convocato, non conto nulla”

Scicli – C’è pure una giornalista nella lista consegnata dal direttore dell'Asp ragusana, Angelo Aliquò, ai Nas che indagano sui cosidetti "furbetti" sebbene non abbiano dimostrato nulla di astuto, pubblicizzando addirittura in qualche caso la dose scroccata. Scicli, in particolare, è finita nel vortice dei giornali e delle tv nazionali per i salta-fila che a inizio mese hanno approfittato di dosi aggiuntive, diluite per sbaglio, che secondo i responsabili sarebbero finite altrimenti nella spazzatura. Dei cinque ex sindaci coinvolti, svela Repubblica, due non sono neanche medici. Poi c’è il candido don Bonincontro di Modica: parte del passaparola è partito proprio da una sua messa, il resto deve averlo combinato per forza qualche impiegato dell’ospedale.  

Il sindaco sciclitano Enzo Giannone ci scherza su: “Non conto nulla, se non mi hanno chiamato per farmi il vaccino”. “Chi è andato a farsi iniettare la dose ha sbagliato - aggiunge - perché sapeva perfettamente che non doveva riceverla, la magistratura stabilirà se hanno commesso un reato, certo dal punto di vista morale sono dalla parte del torto”. “Stiamo verificando i profili di tutti i vaccinati - assicura invece Aliquò -, adesso i controlli saranno ancora più rigidi: sarà chiesta la categoria di appartenenza”. Ma ormai la pentola è scoppiata. Secondo la tv Video Mediterraneo, nell’elenco ci sono pure tre sindaci della provincia: quello di Pozzallo Roberto Ammatuna, quello di Giarratana Bartolo Giaquinta, e quello di Acate Giovanni Di Natale. Tutti e tre medici. Ammatuna è in pensione. 


© Riproduzione riservata