Cultura Come eravamo

Germi e i siciliani “italiani due volte”, nel cinegiornale del 1964

Il rapporto del regista genovese con l’Isola, in un’intervista d’epoca dell’Istituto Luce

Germi e i siciliani “italiani due volte”, nel cinegiornale del 1964

 Ispica – Pietro Germi considerava i suoi film una sorta di “cassata alla siciliana” per il mix di elementi tragici e comici che caratterizzava le sue pellicole, e la stessa Isola. Dopo il grande successo ottenuto da Divorzio all’italiana, girato quasi interamente a Ispica, ambientò la successiva “Sedotta e abbandonata” a Caltabellotta, nell’agrigentino. “La Sicilia è Italia due volte – risponde in questa storica intervista in bianco e nero, in cui gli si chiede del suo rapporto con gli isolani -, tutti gi italiani sono i siciliani ma i siciliani lo sono di più”, per l’esasperazione di certi caratteri nazionali che riscontrava nei comportamenti della popolazione.


© Riproduzione riservata