Economia Traporti

Aeroporti, Comiso e Catania verso la fusione

L’ad Sac: “Accordo con Soaco perfezionato entro primavera”

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/11-01-2022/aeroporti-comiso-e-catania-verso-la-fusione-500.jpg Aeroporti, Comiso e Catania verso la fusione

 Comiso - L'aeroporto civile “Pio La Torre” è tra i 6 siciliani che nel 2019 hanno sfiorato i 19 milioni di passeggeri e che, senza il Covid, già lo scorso anno avrebbero sfondato il tetto dei 20: gli altri sono Palermo, Catania, Trapani, Pantelleria e Lampedusa; uniti dal fatto di essere interamente in mano pubblica al contrario dei principali scali italiani e mondiali. Anche a Comiso la cancellazione delle Province e i buchi nel bilancio hanno portato a nuovi assetti e Sac è diventata azionista di maggioranza della Soaco, al 65% dei titoli. A Fontanarossa la privatizzazione è già in corso, ma l'iter è lungo.

"Siamo in una fase propedeutica - dice l'amministratore delegato di Sac, Nico Torrisi, a Repubblica - che si concluderà con la scelta dell'advisor finanziario, che dovrà stabilire se e come privatizzare e soprattutto a quali condizioni e quale prezzo: poi tutto tornerà nelle mani dei soci, che sceglieranno come andare avanti". Più papabili le nozze con Soaco: "Entro la primavera - annuncia Torrisi - perfezioneremo la fusione e il Comune di Comiso vedrà salvaguardata una sua partecipazione azionaria, come avviene in Sac per quello di Catania". 


© Riproduzione riservata