Economia Sconti estivi

Ai finti saldi crede sempre meno gente

Sugli articoli viene “scontato” l’aumento subito dai prezzi

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/01-07-2022/ai-finti-saldi-crede-sempre-meno-gente-500.jpg Ai finti saldi crede sempre meno gente

 Roma - A circa metà degli italiani non interessano più i "saldi" o presunti tali, al via da oggi in Sicilia: tra una peggiore situazione economica dei consumatori e i folli rincari, i prezzi "scontati" – estivi o invernali che siano - non possono più dirsi tali. Nella migliore delle ipotesi, equivalgono ai normali (e già alti) costi che i consumatori avrebbero fronteggiato senza il boom del caro vita esploso negli ultimi mesi. Secondo Confcommercio, quel 50% scarso interessato alle "offerte" è composto in prevalenza da donne e giovani, che acquisteranno soprattutto sul web, in particolare abbigliamento e calzature: le uniche voci in saldo e, tutto sommato, quelle che hanno subito meno speculazione nell’ultimo periodo. Crolla la spesa media e l'attenzione alla marca: in questo momento, con la guerra alle porte, non interessano tutti quei brand griffati che fanno pagare più il nome che l'articolo.

Checché ne dica l’associazione dei negozianti, è finita l'epoca in cui la gente aspettava luglio e agosto per comprare merci che non si sarebbe potuto permettere: per sempre più cittadini e imprese i saldi non rappresentano più un’occasione per fare affari né la panacea per rilanciare l’economia. È ancora possibile risparmiare qualcosina, ma non certo il 50, 60 o 70% sbandierato sulle vetrine. Lo scenario negativo è influenzato dal significativo aumento del disagio sociale delle famiglie, dal depauperamento del potere d'acquisto, e anche dal concomitante salasso delle vacanze. Aumentano i prezzi, nonostante il calo della domanda di beni: in una parola, l'Italia è in crisi economica grave e la fascia di cittadini in difficoltà continua ad ampliarsi. Il fatto che siano aumentate le vacanze nei mesi di giugno e settembre, cioè in bassa stagione, è un ulteriore indice dello stato dei portafogli: ad agosto viaggiano i ricchi, gli altri si arrangiano.


© Riproduzione riservata