Economia Ragusa

Bapr Ragusa: Assemblea dei Soci approva Bilancio 2020

Deliberata l’erogazione di dividendi in due tranches nel corso del 2021

BAPR: Assemblea dei Soci approva Bilancio 2020

Ragusa - Si è svolta mercoledì 31 marzo 2021 l’Assemblea ordinaria dei Soci di Banca Agricola Popolare di Ragusa S.c.p.a, tenutasi in prima convocazione sotto la presidenza di Arturo Schininà e in modalità con rappresentante designato, in ragione del protrarsi dell’emergenza sanitaria conseguente all’epidemia da Covid-19, in ossequio ai fondamentali principi di tutela della salute dei soci e ai sensi della normativa vigente. Con la partecipazione alle operazioni di voto di 1.277 soci, l’Assemblea ha assunto le seguenti deliberazioni:
• approvazione del Bilancio dell’esercizio 2020, con destinazione del risultato di esercizio, pari a euro 2.722.152, nei seguenti termini:
- a riserva ordinaria il 10% pari a euro 272.215;
- a riserva statutaria il 10% pari a euro 272.215;
- ai titolari di azioni ordinarie a titolo di dividendo, con diritto al pagamento alla data del 6 aprile 2021, il 15% pari a euro 408.323;
- ai titolari di azioni ordinarie a titolo di ulteriore eventuale dividendo, con diritto al pagamento alla data del 5 ottobre 2021, l’importo di euro 1.769.399, la cui esigibilità è sospensivamente condizionata all’accertamento dell’assenza di provvedimenti dell’Autorità di Vigilanza o normativi che ostino alla distribuzione di dividendi. Nel caso di mancato avveramento della condizione sospensiva, l’importo di euro 1.769.399 verrà fatto oggetto di accantonamento a riserva disponibile;
• distribuzione ai titolari di azioni ordinarie di un ulteriore dividendo complessivo di euro 1.415.883, pari al 15% del risultato di esercizio 2019, a valere su riserve disponibili, con diritto al pagamento alla data del 6 aprile 2021.
Pertanto, sarà riconosciuto ai soci:
- il 6 aprile 2021 un importo di 6 centesimi per azione posseduta, corrispondente alla distribuzione del 15% degli utili cumulati relativi agli esercizi 2019 e 2020, pari a quanto oggi assegnabile in base alle previsioni della Raccomandazione adottata da Banca d’Italia in data 16 dicembre 2020;
- il 5 ottobre 2021 un ulteriore importo di 6 centesimi per azione posseduta, corrispondente al massimo degli utili dell’esercizio 2020 statutariamente distribuibili, a meno di nuovi provvedimenti dell’Autorità di Vigilanza o normativi che ostino alla distribuzione di dividendi.
L’Assemblea ha, altresì, deliberato di:
• confermare, ai fini della determinazione del valore di rimborso delle azioni per i casi di scioglimento del rapporto sociale (art. 6 dello Statuto), la formula già approvata dalle Assemblee ordinarie 2018, 2019 e 2020. Pertanto, in applicazione della suddetta formula, il valore di rimborso delle azioni, alla data odierna, risulta pari a euro 13,70;
• autorizzare il Consiglio di Amministrazione a procedere all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie per il perseguimento delle finalità e con le modalità di cui alla relazione del Consiglio redatta ai sensi dell’articolo 132 del T.U.F.;
• nominare nella carica di Amministratori i signori Paolo Bonaccorso, Santo Cutrone, Angelo Firrito e Antonella Leggio;
• determinare anche per l’esercizio 2021 l’importo di euro 500.000,00 quale compenso lordo complessivo massimo da corrispondere agli Amministratori.

“La necessità di garantire il rispetto delle norme a tutela della salute dei soci ci ha impedito di svolgere nei modi consueti anche l’Assemblea 2021 - commenta il Presidente Arturo Schininà - ma siamo molto soddisfatti per la numerosa partecipazione, assolutamente in linea con le assemblee ordinarie degli anni scorsi, quando era stato possibile tenerle in presenza. Una organizzazione interna sempre più efficiente ha consentito di approvare il progetto di bilancio in tempi brevi e sottoporlo alla delibera dei soci entro il 31 marzo. Grazie a questa tempestività, già dal 6 aprile, tra le prime banche in Italia, potremo garantire ai nostri azionisti la riscossione del dividendo, nell’ammontare massimo ad oggi concesso dalle Raccomandazioni dell’Autorità di Vigilanza. Per noi questo è motivo di sincero orgoglio. Era nostra intenzione dare un chiaro segnale, da una parte, di efficienza organizzativa e, dall’altra, di ritorno alla normalità, partendo dall’erogazione del dividendo, in un contesto economico così difficile, dopo che l’anno scorso, per cause non imputabili alla Banca, non è stato possibile farlo. Guardiamo ora con fiducia e con impegno alle prossime sfide che ci attendono nel corso del 2021”.

“A larghissima maggioranza sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno, segnale importante di come i soci stiano comprendendo gli sforzi che tutto il management affronta quotidianamente per rendere la Banca ancora più solida, efficiente e moderna - dichiara il Direttore Saverio Continella. La Bapr si presenta oggi al mercato, che, ricordiamolo, sta affrontando momenti di grandissima difficoltà, consapevole di avere supportato proattivamente famiglie ed imprese nei terribili mesi trascorsi e pronta ad avviare le nuove iniziative necessarie per svolgere il suo imprescindibile ruolo di banca di prossimità, ben sapendo che un territorio economico sano ha bisogno di un interlocutore finanziario solido e disponibile ad ascoltare e soddisfare le esigenze e le necessità che manifesta”.


© Riproduzione riservata