Economia Messina

Il Bam Bar chiude alle 15. Colpa del green pass? «No, reddito cittadinanza»

Disabilitati i commenti sul post del bar più famoso di Taormina

Il Bam Bar chiude alle 15. Colpa del green pass? «No, reddito cittadinanza»

 Taormina – “PER PROBLEMI TECNICI IL BAM BAR DA OGGI CHIUDE ALLE ORE 15:00 CON IL SERVIZIO AI TAVOLI E CONTINUA SOLO CON L’ASPORTO FINO ALLE 24”. Il post a caratteri cubitali campeggia sulla pagina Facebook del luogo-cult di Taormina, il bar di granite preferito da tutti i vip: gli ultimi immortalati in questi giorni ai tavolini sono Mario Biondi, Elisabetta Gregoraci, Gianna Nannini (foto) e Fiorello. Subito la massa di utenti s’è precipitata a chiedere quale fossero i “problemi tecnici”. Multe e chiusure dovute ad assembramenti e assenza di mascherine? Personale non vaccinato o clienti sprovvisti di green pass?

Macché, la risposta è affidata a un altro post, sul profilo Instagram: “Per carenza di personale - scrive il proprietario -, nonostante tutti gli annunci fatti, crediamo che il reddito di cittadinanza abbia avuto la sua importanza. Vi aspettiamo, ugualmente. Grazie a tutti”. I commenti su Instagram sono stati disabilitati: facile che la presa di posizione abbia sollevato un polverone, di critica e di approvazione, visti i dibattiti suscitati quest’estate anche su Ragusanews dall’argomento reddito. Su Facebook, invece, si può ancora commentare e qualcuno gli chiede di alzare la paga dei dipendenti, anziché sospendere il servizio al chiuso.

Non è il primo imprenditore, tuttavia, che lamenta gli effetti controproducenti avuti dall’rdc sull’occupazione e l’emersione del lavoro nero, e l'impossibilità di offrire - dopo una lunga chiusura - un salario competitivo rispetto a 6-700 euro per non far nulla. Scorrendo la bacheca l'ultimo messaggio con offerta di lavoro, da parte del gestore, risale in effetti allo scorso 18 agosto: "Colgo l’occasione per dirvi che offro lavoro per un cameriere di sala!!!! Per info telefonare 3333692192". Evidentemente, non l'ha trovato e ha gettato la spugna. Sbrigatevi: chi è interessato, forse fa ancora in tempo!


© Riproduzione riservata