Economia Catania

Sisma del 26 dicembre 2018, Bapr Ragusa sostiene famiglie colpite

L’accordo prevede che le banche anticipino i contributi pubblici destinati alla ricostruzione

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2022/sisma-del-26-dicembre-2018-bapr-ragusa-sostiene-famiglie-colpite-500.jpg Sisma del 26 dicembre 2018, Bapr Ragusa sostiene famiglie colpite

Catania - Un protocollo d’intesa sottoscritto oggi a Catania tra il Commissario Straordinario per la ricostruzione nei territori dei comuni della Città Metropolitana di Catania colpiti dagli eventi sismici del 26 dicembre 2018, Salvatore Scalia, e il Presidente della Commissione Regionale ABI della Sicilia, Salvatore Malandrino, consentirà alle Banche Siciliane di essere accanto alle imprese e famiglie colpite dal sisma per favorire l’avvio della ricostruzione.
L’accordo prevede, infatti, che le banche anticipino i contributi pubblici destinati alla ricostruzione. Lo schema procedurale che sovraintende a questo accordo garantirà una maggiore rapidità nella definizione delle operazioni di finanziamento consentendo, nel contempo, di accelerare le fasi di avvio dei cantieri.

“E’ un importante risultato – spiega Saverio Continella, Direttore Generale della Banca Agricola Popolare di Ragusa – perché in tal modo le Banche rafforzano la loro collaborazione con le Istituzioni in un ambito assai delicato quale il sostegno a imprese e famiglie colpite da un grave fenomeno naturale. Altro risultato, altrettanto importante, frutto dell’accordo tra l’ABI Sicilia e il Commissario straordinario – continua il dottor Continella – è che le stesse banche si impegnano a mettere a disposizione anche eventuali strumenti di finanziamento a medio e a lungo termine, funzionali alla realizzazione dei progetti di ricostruzione. Un servizio – conclude il numero uno della maggiore banca siciliana – che nel caso specifico permetterà ad un’intera area geografica di risollevarsi con una sana e veloce opera di ricostruzione. In questo senso la Banca Agricola Popolare di Ragusa è pronta a soddisfare le richieste di quanti vorranno avviare i cantieri della ricostruzione. L’essere Banca del territorio, come noi ci vantiamo di essere, è anche questo”.


© Riproduzione riservata