Economia La novità

Stop al contante: da gennaio massimo 1.000 euro, multe fino a 15mila

Nuova stretta del governo per favorire i pagamenti telematici tracciabili

Stop al contante: da gennaio massimo 1.000 euro, multe fino a 15mila

 Roma - A partire dall'1 gennaio 2022 si potranno pagare solo gli importi che non eccedono la soglia dei 999,99 euro e per i trasgressori sono previste multe salate. E’ la quinta modifica in 10 anni al tetto della liquidità spendibile: l'obiettivo, come per il vecchio cash back, è sempre quello di ridurne il più possibile l'utilizzo a favore dei pagamenti elettronici, che non possono sfuggire alla tracciabilità. Attualmente il massimo è 2.000. Anche a misure come queste si deve il sempre maggiore successo dei bitcoin, l’altra moneta virtuale, e legale, che sta rapidamente soppiantando quella ufficiale negli acquisti di ogni genere. 

La nuova misura del governo non contempla però limiti al prelievo di banconote dal bancomat (dato che la somma appartiene allo stesso soggetto) e, quindi, al versamento di denaro sul proprio conto corrente. Le sanzioni per chi non si adegua partono da un minimo 1.000 a un massimo di 5.000 euro per le violazioni di importo superiori a 250mila euro; mentre chi non comunica l’irregolarità – aziende, commercianti e liberi professionisti – rischia una multa 3mila fino a a 15mila euro.


© Riproduzione riservata