Esteri Lettera a Francesco

Il cardinale Marx si dimette e scrive al Papa: "Troppa pedofilia, vado via"

L'arcivescovo tedesco non trova altra maniera per dissociarsi dalla "catastrofe di abusi sessuali" nella Chiesa: "Decidi tu di me"

Il cardinale Marx si dimette e scrive al Papa: "Troppa pedofilia, vado via"

 Città del Vaticano - Il cardinale tedesco Reinhard Marx se ne lava le mani e ha chiesto a Francesco (insieme nella foto, durante il sinodo del 2019) di essere sollevato dall’incarico di arcivescovo di Monaco e Frisinga, incarico a cui era stato nominato nel 2007 da Benedetto XVI, mettendosi comunque a sua disposizione. Nella dura missiva inviata al Papa - datata 21 maggio, ma resa nota solo ora - afferma che la Chiesa cattolica è “a un punto morto” e non ne vuole più sapere di "condividere la responsabilità per la catastrofe degli abusi sessuali da parte degli esponenti della Chiesa nei decenni scorsi”.

Inchieste e rapporti degli esperti degli ultimi 10 anni, continua l'alto prelato, hanno mostrato in modo consistente che vi sono stati “molti errori personali ed amministrativi” ma anche “errori sistemici ed istituzionali”. Il religioso, 68 anni a settembre e presidente della conferenza episcopale tedesca fino al 2020, ha chiesto al Pontefice di “accettare le sue dimissioni” e di “decidere” sul suo futuro. È convinto che la sua rinuncia potrebbe servire come segnale per dare un nuovo inizio: “Voglio mostrare che non è l’incarico in primo piano - scrive -, ma la missione evangelica”.


© Riproduzione riservata