Esteri Stop agli ingressi

Malta, frontiere chiuse a chi non ha finito il ciclo vaccinale da 14 giorni

La stretta in vigore da mercoledì, anche per residenti e motivi di lavoro

La stretta in vigore da mercoledì, anche per residenti e motivi di lavoro

 La Valletta - Da mercoledì prossimo, 14 luglio, a Malta potrà entrare soltanto chi ha completato il ciclo vaccinale da almeno due settimane: lo stop agli arrivi è stato promulgato oggi dal vicepremier e ministro della Salute Chris Fearne, al quinto giorno di crescita esponenziale dei contagi Covid (che al 90% riguardano giovani stranieri). "Saremo il primo Paese in Europa a intraprendere questa misura" dice orgoglioso, annunciando a breve altre restrizioni “se la scienza ce lo suggerirà".

Tutti i viaggiatori in ingresso, per lavoro o turismo, dovranno quindi fornire il certificato vaccinale della seconda dose. I bambini che viaggiano con genitori vaccinati dovranno avere un test negativo recente. Il giro di vite impatterà pure sui residenti non vaccinati che vogliono andare all'estero e per rientrare dovranno richiedere uno speciale permesso alla Sovrintendenza per la salute pubblica. I maltesi all'estero, invece, devono mettersi in quarantena al ritorno e avvertire le autorità sanitarie.


© Riproduzione riservata