Esteri Il caso

Portogallo, infermiera muore due giorni dopo il vaccino anti Covid

La donna, 41 anni, non aveva problemi di salute pregressi: stabilita l’autopsia sul corpo

Sonia Azevedo, la vittima, nell'ultima foto diffusa su Facebook

 Porto - Una infermiera portoghese di 41 anni, Sonia Azevedo, è morta l'1 gennaio, appena due giorni aver fatto il vaccino “Comirnaty” della Pfizer-Biontech. A confermare la notizia del decesso lo stesso istituto sanitario di Porto dove lavorava, rilanciata poi dal Daily Mail online. La donna era madre di due figli, era in salute e non aveva patologie che potessero prefigurare reazioni avverse al farmaco. Il padre dell’infermiera Abilio Azevedo, ha dichiarato all’agenzia di stampa portoghese Correio da Manha che sua figlia “stava bene e non aveva mai avuto problemi di salute: è stata sottoposta alla vaccinazione anti-Covid-19 ma non aveva alcun sintomo. Non so cosa sia successo, voglio solo risposte, voglio sapere cosa ha portato alla morte di mia figlia”. Per questo è stata stabilita l'autopsia sul corpo, per accertare cosa sia realmente successo e se ci siano eventuali responsabilità del siero, per ora solo ipotetiche.

L’Istituto portoghese di oncologia ha dichiarato in una nota: “Per quanto riguarda la morte improvvisa di un assistente sanitaria dall’IPO di Porto il 1′ gennaio 2021, il Consiglio di amministrazione conferma l’evento ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui”. Intanto le autorità hanno disposto l’autopsia sul corpo della donna per accertare. La signora Azevedo ha lavorato per più di 10 anni presso IPO Porto, un’istituzione sanitaria di riferimento nazionale e internazionale nel trattamento del cancro. Viveva con la sua famiglia a Maia, vicino Porto, ma è morta a casa del suo compagno a Trofa, a mezz’ora di auto a nord della città portoghese. Sonia Azevedo, scrive il giornale britannico, ha cambiato la sua foto del profilo su Facebook poco dopo la sua iniezione per pubblicare un selfie con una mascherina e il messaggio di rassicurazione: “Vaccinata contro il Covid-19”.


© Riproduzione riservata