Giudiziaria Ragusa

Abbandonò neonato e inscenò ritrovamento: a processo il macellaio

Il 10 giugno

Abbandono neonato e inscenò ritrovamento: a processo il macellaio

 Ragusa - E' stata fissata al 10 giugno l'udienza davanti al Gup Andrea Reale che vede come imputato per abbandono di minore il commerciante che inscenò l'abbandono e il ritrovamento di un neonato, poi rivelatosi suo figlio, il 4 novembre del 2020 in via Saragat a Ragusa. Il legale dell'uomo ha depositato la richiesta per celebrare il processo con rito abbreviato condizionato ad una audizione psichiatrica volta a valutare la linearità di condotta dell'uomo, o in subordine con rito abbreviato con deposito della consulenza di parte prodotta.
Il commerciante era stato chiamato dalla ex campagna che chiedeva aiuto. Una volta arrivato nella abitazione della donna, l'aveva trovata con il bimbo appena nato e partorito nel bagno di casa. Non sapeva di esserne il padre e nemmeno che la ex compagna fosse incinta. L'uomo invece di chiedere aiuto o portare subito il piccolo in ospedale, insceno' abbandono e ritrovamento, a quel punto chiamando i soccorsi. Il piccolo, che si riprese presto, arrivò in ospedale in condizioni critiche. E' stato affidato in pre adozione ad una famiglia che risiede fuori dalla provincia iblea.


© Riproduzione riservata