Giudiziaria Roma

Conte, la Procura indaga sull'auto blu utilizzata dalla fidanzata

Un servizio delle Iene mai andato in onda

Un servizio delle Iene mai andato in onda

Roma - La procura di Roma indaga sull'uso della scorta e dell'auto di servizio da parte dellla compagna del premier Giuseppe Conte, Olivia Paladino. Il fascicolo, aperto dal pm Carlo Villani e coordinato dall'aggiunto Palo Ielo, potrebbe essere trasmesso nei prossimi giorni al Tibunale dei ministri ed è nato da una denuncia dell'esponente e consigliera regionale di Fratelli d'Italia Roberta Angelilli.

I fatti contestati
La vicenda risale al 26 ottobre scorso, quando la Paladino, inseguita dalla "Iena" Filippo Roma ripara in un supermercato per sottrarsi alle domande. Il servizio non è mai andato in onda, ma la notizia è stata data dal sito Dagospia. I pm hanno acquisito le immagini e sentito Roma. Si potrebbe ipotizzare un abuso d'ufficio o un peculato che riguarderebbe, però, solo l'auto.

Chi è Olivia Paladino
Olivia Paladino è nata a Roma nel 1980, ha 40 anni. Appartiene alla cosiddetta Roma bene. La sua famiglia è una delle più conosciute della Capitale. L’albergo Hotel Plaza è di Olivia Paladino, esattamente il proprietario è suo padre Cesare. Rinomato hotel a 5 stelle situato nel cuore di Roma. Sua madre invece è la nota attrice e cantante svedese Ewa Aulin che tra gli anni ’70 e ’90 ha recitato in diversi film italiani. Ha una sorella, Cristiana con cui gestisce l’hotel di famiglia.
Per quanto riguarda la vita privata di Olivia Paladino, ha una figlia Eva avuta da una relazione precedente che avrebbe la stessa età del figlio del Premier Conte. Lo stesso è stato visto con la piccola Eva durante l’estate sull’isola di Ponza. Pare che sia stato proprio il fatto che i figli vadano in classe insieme a farli incontrare. Un vero e proprio colpo di fulmine che sarebbe scattato lontano dai riflettori durante un incontro scuola-famiglia.
Tra la first lady e il premier, ci sono 15 anni di differenza. Sono pochissimi gli scatti che li ritraggono insieme, avendo scelto entrambi di tenersi lontano dai pettegolezzi e dai riflettori.


© Riproduzione riservata