Giudiziaria Caltanissetta

Il maxi processo Montante trasferito a Catania

Lo spostamento per la nomina di Nicolò Marino a Caltanissetta

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/21-11-2022/il-maxi-processo-montante-trasferito-a-catania-500.jpg Il maxi processo Montante trasferito a Catania

Caltanissetta - Il maxi processo di Caltanissetta a carico dell’ex potente presidente degli industriali siciliani Antonello Montante sarà trasferito da Caltanissetta a Catania a causa della nomina del neo procuratore aggiunto Nicolò Marino, parte civile del processo. La scelta è stata ufficializzata oggi dal Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro che ha designato la Procuratrice aggiunta di Catania Agata Santonocito e i pm Valentina Margio e Luca Volino "per la trattazione del processo" e per "l'esame preparatorio del copioso fascicolo processuale". Il nuovo procuratore aggiunto della Direzione distrettuale di Caltanissetta Nicolò Marino ha ottenuto 13 preferenze su Pasquale Pacifico, attuale sostituto procuratore della Dda nissena (9 consensi). Il plenum del Csm è di pochi giorni fa. La nomina è arrivata dopo una lunga e ampia discussione, nel corso della quale è stato deciso il nome dell’altro vicario nella procura distrettuale nissena guidata da Salvatore De Luca e dall’aggiunto Roberto Condorelli.

 "Per esigenze di funzionalità dell’attività di questa procura appare necessario attingere a diversi gruppi di lavoro della procura ordinaria per l’individuazione dei magistrati in questione che appare opportuno nominare in numero di tre", si legge nella lettera con cui il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro ha designato la procuratrice aggiunta Agata Santonocito e due pm per rappresentare l'accusa nel processo Montante. Nel processo Montante sono imputati oltre all’ex paladino dell’antimafia anche rappresentanti delle forze dell’ordine, imprenditori e politici, tra cui l’ex presidente della Regione Rosario Crocetta e l’attuale governatore Renato Schifani.

Nel provvedimento di designazione dei nuovi rappresentanti dell'accusa firmato da Zuccaro ci sono anche le motivazioni del trasferimento del processo: «A seguito della nomina del dottor Nicolò Marino a Procuratore aggiunto di Caltanissetta, il processo in corso innanzi al Tribunale di Caltanissetta scaturito dalla cosiddetta indagine Montante dovrà essere trasferito all’Ag di Catania ex articolo 11 cpp, essendo il collega Marino parte offesa nel processo» Il Procuratore parla, quindi, della «notevole mole degli atti del procedimento e la complessità delle questioni giuridiche e di fatto da trattare impone la designazione di un numero congruo di magistrati, di adeguata esperienza professionale e che si trovino nelle condizioni di incominciare a esaminare gli atti processuali senza arrecare pregiudizio al normale svolgimento della loro attività all’interno dei gruppi di lavoro ai quali sono assegnati».


© Riproduzione riservata