Giudiziaria Catania

Mafia, operazione Tuppetturu, i NOMI degli arrestati

Blitz antimafia, duro “colpo” per i clan Cintorino e Brunetto

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/17-11-2022/mafia-operazione-tuppetturu-i-nomi-degli-arrestati-500.jpg Mafia, operazione Tuppetturu, i NOMI degli arrestati

Catania - La Guardia di Finanza di Catania ha eseguito ieri, tra Sicilia e Lombardia, 24 misure cautelari nell’ambito dell’operazione Tuppetturu. I 24 indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata dal metodo mafioso, traffico organizzato di droga, trasferimento fraudolento di valori e detenzione di armi.

L’operazione anti-mafia ha interessato i clan Cintorino e Brunetto, vicini rispettivamente a quelli catanesi dei Cappello e Santapaola-Ercolano. Sequestrate tre società operanti nelle province etnea e messinese sotto il controllo dei clan.

Ecco i nomi degli arrestati nell’operazione Tuppetturu: Giuseppe Andò, detto “u cinisi”, di Giarre, classe 1960; Carmelo Caminiti, di Taormina, classe 1973; Dario Cavallaro, di Taormina, classe 1982; Marco Giovanni Condorelli, di Catania, classe 1991; Luciano Maria Costanzo, di Piazza Armerina, classe 1979; Cateno Sebastiano Costanzo, di Taormina, classe 1979; Cristian Cullurà, di Taormina, classe 1987; Gaetano Di Bella, di Catania, classe 1960; Orazio Di Grazia, di Giarre, classe 1982; Edy Fazio, di Catania, classe 1994; Pietro Galasso, di Calatabiano, classe 1972; Camillo Giovanni Gambacurta, di Acireale, classe 1962; Angelo Leonardi, di Taormina, classe 1966; Giuseppe Lisi, di Giarre, classe 1974; Marco Longhitano, di Taormina, classe 1984; Giuseppe Mascali, di Catania, classe 1982; Francesco Maugeri, di Paternò, classe 1959; Vincenzo Messina, di Messina, classe 1976; Giuseppe Raneri, di Taormina, classe 1972; Pietro Roccella, di Taormina, classe 1989; Giuseppe Ruggeri, di Taormina, classe 1965; Gaetano Scalora, di Calatabiano, classe 1963; Mariano Spinella, di Graniti (ME), classe 1966; Costantino Talio, di Taormina, classe 1988; Salvatore Zacco, di Catania, classe 1977.


© Riproduzione riservata