Giudiziaria Siracusa

Siracusa, l'autopsia: «badanti uccisi con due colpi di pistola»

Per 'Chi l'ha visto?' forse storditi con sonnifero e giustiziati

Siracusa, l'autopsia: «badanti uccisi con due colpi di pistola»

 Siracusa - «Badanti uccisi con due colpi di pistola», emerge dai primi riscontri dell'autopsia sui corpi di Alessandro Sabatino, 40 anni, e Luigi Cerreto, di 23, i due uomini scomparsi il 12 maggio del 2014 dalla villa di Siracusa dove assistevano un anziano. E per il programma televisivo della Rai 'Chi l'ha visto?' forse i due sono stati storditi con sonnifero e giustiziati.

Sarebbero stati uccisi con due colpi di pistola, come se fossero stati giustiziati. È quanto emerge, dunque, dall'autopsia sui resti dei due badanti scomparsi a Siracusa. I primi risultati dell'esame autoptico sono stati anticipati dalla trasmissione di Rai3 «Chi l'ha visto?» che si è occupata della vicenda. Gli esami tossicologici chiariranno se prima di essere uccisi i due siano stati storditi con del sonnifero, e quindi erano sdraiati perché addormentati, oppure se siano stati fatti inginocchiare.

Gli inquirenti hanno arrestato con l'accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere il ristoratore Giampiero Riccioli, 50 anni, figlio dell'anziano accudito dai due badanti con i quali aveva avuto una serie di scontri perché avrebbe maltrattato il padre. I resti delle due vittime sono stati recuperati il 18 febbraio scorso dagli investigatori della squadra mobile in un pozzo della villa dell'indagato.


© Riproduzione riservata