Lettere in redazione Scicli

Il nostro grazie a quanti hanno amato Giuseppe

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il nostro grazie a quanti hanno amato Giuseppe

Scicli - Gentile redazione,
Scriviamo per ringraziare quanti, con attestazioni di affetto e di commozione, hanno voluto salutare il nostro Giuseppe. Sapere che tante persone ci sono state vicine in questo momento di dolore ci ha fatto prendere consapevolezza che Giuseppe ha seminato bene nella sua vita, in termini di affetti, rapporti duraturi, stima.
Vogliamo precisare, anche a fronte di un vostro articolo stampa, che Giuseppe soffriva di ipertensione e, da quindici anni a questa parte, di artrite remautoide, mentre da un mese a questa parte gli era stato diagnosticato un problema di apnea notturna.
Giuseppe ha fatto il vaccino Pfizer il 17 maggio, e dalla sera del 18 ha accusato una febbre persistente. E' venuto meno la sera del 27 maggio, dopo che in ospedale gli era stato diagnosticato il collasso di un polmone.
Non ci sentiamo di sostenere che il vaccino abbia avuto un ruolo nella sua dipartita. Speriamo che il ricordo di Giuseppe e dei valori in cui ha creduto possano essere nella memoria di ciascuno.
Grazie per l'ospitalità.


© Riproduzione riservata