Lettere in redazione Ragusa

La civiltà non è di tutti a Ragusa e provincia

Riceviamo e pubblichiamo

  • La civiltà non è di tutti a Ragusa e provincia
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-09-2021/1631197999-la-civilta-non-e-di-tutti-a-ragusa-e-provincia-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-09-2021/1631198001-la-civilta-non-e-di-tutti-a-ragusa-e-provincia-2-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-09-2021/la-civilta-non-e-di-tutti-a-ragusa-e-provincia-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-09-2021/1631197999-la-civilta-non-e-di-tutti-a-ragusa-e-provincia-1-280.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-09-2021/1631198001-la-civilta-non-e-di-tutti-a-ragusa-e-provincia-2-280.jpg

Ragusa - Spett.le Ragusa News,
La Via 392, stradina secondaria che collega la provinciale 106 di contrada Cisternazzi alla Zona Industriale II Fase di Ragusa, ha un comodissimo angolo dove, da anni, i più incivili abitanti della zona e non solo scaricano regolarmente i propri rifiuti, alla faccia della raccolta differenziata e della Tari. Ma anche operai che passano in zona trovano estremamente comodo lasciare lì secchi di scarti di materiali di costruzione e varie. Il tocco finale, poi lo donano gli estrosi che lanciano i loro sacchi direttamente in mezzo ai rovi, ove restano penzolanti per mesi prima di aprirsi, con conseguenze facilmente immaginabili (allego foto).

A seguito di segnalazioni, la ditta Busso ha rimosso più volte i rifiuti, tuttavia basta attendere qualche giorno per vedere ricomparire i primi sacchi di spazzatura. Viene da pensare che gli incivili reputino noi contribuenti in regola con la Tari e che ci prodighiamo tanto nel differenziare dei poveri stupidi. Allo stesso tempo, viene da pensare che molto probabilmente dentro casa loro deve per forza esserci il medesimo livello di sporcizia e incuria che dimostrano con le loro azioni. Chiudo con l'amara considerazione che più volte mi è capitato di soprendere uno di questi maiali (senza offesa per gli animali, molto più puliti di loro) e nonostante l'evidenza dei fatti, il genio di turno abbia voluto conto e ragione con maniere tutt'altro che amichevoli. Ma cosa aspettarsi da un maiale del genere? In due giorni consecutivi ho sorpreso un anziano a bordo della sua auto e due operai scesi da un furgone bianco, tutti intenti a scaricare rifiuti nello stesso angolo. La mia coscienza civica e la mia rabbia si scontrano con le assurde giustificazioni di questi cavernicoli. In un paese civile non è normale rischiare di proprio di fronte a simili circostanze. Non parliamo poi di varie zone dei comuni limitrofi, dove la situazione è anche molto peggiore.

Continuiamo con la serie "avete voglia di mettervi profumi, deodoranti, siete come sabbie mobili tirate giù". Proviamo ancora a chiamare l'ufficio ambiente, magari fra qualche mese risponderanno al telefono. Evidentemente il comune fa tanto, ma potrebbe fare molto di più.
Alessandro, Ragusa


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg