Lettere in redazione Modica

La malattia e l'operazione, grazie dottore Caldarella

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La malattia e l'operazione, grazie dottore Caldarella

Modica - Sono stato ricoverato presso l’Ospedale Maggiore di Modica in data 05/08/2021 e poi dimesso in data 12/08/2021 per essere sottoposto a un intervento di chirurgia laparoscopica mini invasiva a seguito di una diagnosi oncologica.
Con orgoglio civico e compiacenza, desidero esprimere e notificare il mio encomio nei confronti dell’urologo, dott. Graziano Caldarella e della sua equipe, dei medici Anestestisti dell’Ospedale “Maggiore” per aver eseguito, con sbalorditiva perizia e ottimo risultato, l’intervento uro-chirurgico.

Esprimo tutta la mia gratitudine e compiacenza sia per il Dottore Caldarella e i suoi collaboratori che per l’intera struttura ospedaliera a motivo della sperimentata ed esemplare cura professionale del paziente tanto nella laboriosa fase preparatoria all’intervento quanto nell’accurato accompagnamento al ripristino funzionale nel periodo di convalescenza.
Sono contento che a Modica, all’Ospedale “Maggiore”, esista questa competenza professionale e questa umanità empatica tale da farne un’eccellenza di sicuro presidio sanitario, sia per il nostro bacino di utenza che per altri, e soprattutto un prezioso ausilio dato a tanti nostri pazienti non più costretti a cercare altrove prestazioni sanitarie di ottimo livello già fruibili in loco, evitando spreco di tempo e denaro pubblico nonché oltremodo intervenendo tempestivamente sul loro recupero alla salute .

Come cittadino attento e responsabile nel promuovere il bene comune, come religioso e uomo di cultura formulo l’auspicio che la Provincia di Ragusa e Modica possano incrementare e a lungo godere del prezioso servizio di tanta eccellenza sanitaria: SUI JURIS POPOLUS EX UNIUS EXCELLENTIA GAUDEAT (il Popolo goda come di proprio diritto dell’eccellenza prestativa di una sola persona).
Sac. Prof. Comm. Mario Vito Martorina


© Riproduzione riservata