Lettere in redazione Santa Croce Camerina

La mia gamba ferita dopo una caduta nel tombino, a Caucana

Riceviamo e pubblichiamo

Santa Croce Camerina - Gentile redazione di Ragusanews,
quella in foto è la mia gamba, ieri sera, dopo la mia caduta dentro un tombino a Caucana.
Imperizia, sciatteria e incuria hanno fatto sì che quel pericolo in mezzo alla strada abbia procurato a me un referto che parla di trauma alla colonna sacro coccigea, diverse escoriazioni, consigliando una visita specialistica alla zona sacrale.

Reduce da una giornata al mare, sono caduta intorno alle 19,30 uscendo dal Circolo Velico Caucana, all’incrocio fra la via Oceano Indiano e la via delle Anticaglie. Il tombino ammalorato era coperto, come si fa con il tappeto sulla polvere, e quando vi ho poggiato il piede sopra, ha ceduto facendomi sprofondare. Nessun segnale di pericolo era stato apposto e io, ignara, ho rischiato di farmi male, più di quanto non abbia già fatto.
Sono finita in ospedale a Ragusa, dopo aver chiamato invano i vigili urbani di Santa Croce Camerina, e dopo cinque ore di vana attesa al pronto soccorso ho deciso di tornare a casa, salvo, stamani essere sottoposta a radiografie all’ospedale di Noto, con la prognosi di cui sopra.
Ieri sera, dopo l’incidente, la protezione civile ha messo finalmente il segnale di pericolo in corrispondenza del tombino. A voi le foto.


© Riproduzione riservata