Lettere in redazione Acate

SGV Calcestruzzi: «Mai avuto alcun rapporto lavorativo con Daouda Diane»

Riceviamo e pubblichiamo

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/21-07-2022/sgv-calcestruzzi-mai-avuto-alcun-rapporto-lavorativo-con-daouda-diane-500.jpg SGV Calcestruzzi: «Mai avuto alcun rapporto lavorativo con Daouda Diane»

 Spett.le Ragusanews.com,
Con riferimento all’articolo da Voi pubblicato il 19.7.2022 dal titolo “Acate, 17 giorni senza Daouda: due piste, una sola fine”, quali legali della SGV Calcestruzzi s.r.l., si evidenzia che la nostra assistita non ha mai stabilito alcun rapporto lavorativo col sig. Daouda Diane. E ciò non solo perché la SGV non ricercava (né ricerca) personale da assumere, ma anche (e soprattutto) perché la SGV ha intrattenuto dei rapporti col sig. Daouda solo pochissimi giorni prima dalla sua scomparsa. In detto brevissimo lasso temporale, il sig. Daouda aveva richiesto alla SGV di potere lavorare, dicendo di avere delle serie difficoltà economiche e nonostante il rifiuto oppostogli, si è offerto di tenere compagnia al personale, rendendosi utile nel limitarsi a spazzare il cortile antistante l’impianto di calcestruzzi. A fronte di ciò, la SGV, sua sponte, regalava al sig. Daouda una piccola somma. Pertanto, il 2 luglio u.s., il sig. Daoudà, dopo essersi intrattenuto nel cortile dell’azienda, dichiarava di allontanarsi dall’azienda, non dando più alcuna notizia di sé.

Ciò chiarito, la SGV, il cui personale dipendente è da sempre tutto assunto con regolare contratto di lavoro, respinge con forza ogni falsa accusa volta a far credere che il sig. Daouda lavorasse da tempo e “in nero” presso il proprio impianto. Quanto al video che sta circolando in questi giorni, va detto che la SGV non sa spiegarsi né quando possa essere stato girato, né perché il sig. Daouda, senza aver mai ricevuto alcuna autorizzazione ad entrare all’interno dell’impianto di calcestruzzi abbia deciso arbitrariamente di farlo, eludendo per di più la vigilanza: tali fatti, unitamente alla scomparsa del predetto, dovranno essere accertati dalla Magistratura, si spera nel più breve tempo possibile. Pertanto, non poche delle informazioni date nell’articolo sopra richiamato risultano essere prive di fondamento e fortemente lesive della reputazione della nostra Assistita, nonché nocive all’attività imprenditoriale della SGV da sempre improntata a correttezza. Pertanto, se ne chiede l’immediata rettifica.

Catania-Ragusa, 21.7.22
Prof. Avv. Luca Pedullà
Avv. Mirko La Martina


© Riproduzione riservata